Menu

Tipografia

Ve lo confesso: ero emozionata.
Anzi, eravamo emozionati: io e Marco, che man mano che procedeva l’assegnazione dei premi ci saliva l’adrenalina, ma anche Alberto, Federica Nicola e Vera, che ci hanno accompagnati a Milano, al Caffè Ventaglio, dove si è svolta la premiazione dell’edizione numero 6 del prestigioso riconoscimento ideato dal Sole 24 Ore.

E che dire dei nostri sostegni da casa? Antonella, Federico e Walter (qualcuno doveva pur rimanere a lavorare…) e poi Roberto, Lisa, Diomira, Fiammetta. Si chiama Disabili.com, si legge: gioco di squadra, dove tutti sono importanti, i navigatori per primi, e l’ho detto anche quando ci hanno chiamato sul palco. Potrà sembrare piaggeria, ma vi assicuro che mai come nel nostro caso le cose stanno davvero così. Nel caso del Premio WWW, per il semplice fatto che i vostri voti ci hanno fatto entrare nei 5 finalisti, ma ogni giorno perché molta della grinta e tante delle idee che sforniamo nascono proprio dai continui stimoli che voi ci date, a volte anche con parole…non proprio dolci!


A Milano ci hanno preso in simpatia: l’abbiamo capito quando, a fine premiazione, molti dei vincitori delle altre categorie sono venuti a farci i complimenti. A Milano ci hanno premiato non perché parliamo di disabili e di disabilità, non perché questo è l’Anno Europeo per persone con disabilità. Ci hanno premiato perché facciamo un buon lavoro. "Perché lo fate seriamente - ci ha detto Antonio Emmanueli, Presidente Smau, che ci ha consegnato il trofeo (il premio è solo simbolico ma è bellissimo: tre ‘W’ stilizzate, ma lo vedrete nelle foto…) - e non a caso è stato il riconoscimento più complicato, il vostro: volevamo essere sicuri che avremmo premiato una bella realtà, e la vostra autorevolezza ci è stata confermata da più parti".


E poi, ricordiamoci che il nostro sito ha gareggiato con realtà prestigiose come Emergency, Telelethon, Comunità di Sant’Egidio, Inail, Polizia di Stato, Amref, Inps, Superabile, Aism. I nominativi dei 5 finalisti sono stati scelti proprio dagli utenti del web, dopo una votazione popolare on-line durata da maggio a settembre 2003. Il 'Premio Www', istituito nel 1998 da Il Sole 24 ORE Spa, fin dalla sua nascita si è affermato come un importante riconoscimento di qualità per i siti Internet.


Ed ecco la motivazione che ha portato la giuria a premiare la testata padovana: "Per essere caratterizzato da un chiaro taglio di servizio. Di particolare rilievo l’apertura al mondo associativo. Sviluppato con semplicità, favorisce una reperibilità immediata dei contenuti e dei servizi". Ed è molto significativo che in questo Anno Europeo dei Disabili l'ormai prestigioso riconoscimento sia andato a Disabili.com, il portale dei disabili italiani.


E’ importante - dico io ricevendo il premio - anche se io spero che il premio sia stato dato alla nostra testata per il buon lavoro che facciamo ogni giorno, grazie al lavoro dei redattori e al contributo dei nostri navigatori". Per il nostro editore, Marco Vivan "Questa vittoria ci dà ancor più slancio e voglia di fare, con nuovi progetti e iniziative per diventare sempre più utili ma credo che anche il resto della rete debba cominciare ad accorgersi dei disabili".


Un riconoscimento questo che è un’ulteriore conferma per il nostro coraggioso progetto: non so se ve lo ricordate, ma Disabili.com ha anche vinto l’edizione 2003 del Bardi Web Award, il riconoscimento che premia i migliori progetti web nell’ambito di tele lavoro, apprendimento a distanza, servizi ai cittadini, turismo e ambiente.


Tra gli altri vincitori ne citiamo solo alcuni: Alitalia, Google e l'Inter, mentre il premio per la migliore grafica e' andato a Radio Deejay. La Giuria della VI° edizione del concorso era composta da: Mattia Losi, Chief Contents Officer Il Sole 24 Ore e Presidente della giuria; Antonio Emmanueli, Presidente Smau; Laura La Posta, Responsabile @lfa Il Sole 24 Ore; Regina Casonato, Country laeder Gartner Italia; Enrico Pagliarini, Giornalista Radio 24; Claudio Sabatini, Presidente Futurshow; Ezio Viola, Direttore Generale Idc Southern Europe.

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->