Menu

Tipografia

Speciale la giuria del premio, speciale l'evento, speciale l'associazione premiata.
Questo è il mix che ha caratterizzato la seconda edizione del Premio "Città di Porto Sant'Elpidio".
I giurati, 100 studenti delle scuole elementari e medie, hanno analizzato le attività di molte associazioni di volontariato, tutte accomunate dalla lotta per la tutela dei minori.
Tra i progetti valutati, i ragazzi hanno individuato come più significativa quella proposta dall'Associazione marchigiana "Ainram-Noi Ragazzi del Mondo" di Santa Vittoria in Matenano (AP), che prevedeva di utilizzare i 5.000 euro del premio per portare acqua potabile alla "Casa della Carità" di Penipe, in Ecuador, ed acquistare medicine ed ausili per i bambini disabili ospiti del centro.
I bambini hanno voluto aiutare un'associazione che vive esclusivamente della generosità della gente e contribuire a migliorare la qualità di vita dei 32 bambine e bambini con gravi forme di disabilità, attualmente ospiti della casa di accoglienza e accuditi costantemente da suore Francescane.
La struttura si trova sulle Ande, a circa 2.600 metri di altitudine, in una delle zone più povere dell'intera America del Sud, ed è stata fondata nel 1996 dalla Cebycam, Associazione senza scopo di lucro ecuadoriana, per ridare dignità e una reale possibilità di vita a tanti bambini abbandonati.

Il Premio Città di Porto Sant'Elpidio "Infanzia e solidarietà globale", istituito lo scorso anno, s'inserisce nel quadro degli "eventi etici" che la Città, grazie anche alla collaborazione dell'Amministrazione Provinciale - Assessorato alle Politiche Sociali, ha deciso di organizzare all'interno del Festival internazionale di teatro per ragazzi I Teatri del Mondo, per consentire una riflessione più profonda sulla realtà dei minori e aiutare concretamente le tante organizzazioni che operano in loro sostegno.
Data la coincidenza con le celebrazioni dell'Anno Europeo delle Persone Disabili, quest'anno il concorso rivolgeva un'attenzione particolare ai progetti legati alle problematiche della disabilità, da cui la scelta del progetto ecuadoregno.

Alla premiazione, ospite d'onore è stato l'attore Neri Marcorè, originario proprio della cittadina marchigiana, e che abbiamo visto da poco interpretare il ruolo del protagonista nel film di Pupi Avati "Il cuore altrove": un'ulteriore momento di confronto col mondo della disabilità, dal momento che il personaggio interpretato da Neri si innamora di una ragazza cieca.
Bella sensibilità la sua, di essersi prestato per un così bel momento di solidarietà.
E, tuttavia, i bambini presenti hanno certo apprezzato ancor di più le performance di Tonio Cartonio e dei suoi amici della Melevisione, che si sono esibiti nella serata a conclusione della manifestazione raccontando ai piccoli fans le incredibili storie che accadono nel Fantabosco.

Informazioni
Agenzia Redattore Sociale
Via Vallescura 47
63010 - Capodarco di Fermo (AP)
Tel. 0734/68191 (referente Carla Chiaramoni)
E-mail carla.chiaramoni@redattoresociale.it
Sito web www.iteatridelmondo.com

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->