Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

La Giornata di Raccolta del Farmaco durerà eccezionalmente una settimana: ecco come fare per donare un farmaco a chi non può comprarselo

La povertà sanitaria è l’indigenza che incide sull’accesso a prestazioni, farmaci, visite. In Italia i report ci dicono ormai da anni che la situazione si sta aggravando: sono sempre di più i cittadini italiani che rinunciano a alle cure e ai farmaci. Si tratta di persone anche molto vicine a noi: non solo il mendicante, ma il padre di famiglia che ha perso il lavoro, o l’anziano che non arriva a fine mese con la pensione.
Quello che possiamo fare nel nostro piccolo è aderire, per quel che è nelle nostre possibilità, alla Giornata di Raccolta del Farmaco, che per la prima volta, in occasione del suo 20esimo anno, durerà una settimana: da martedì 4 a lunedì 10 febbraio 2020. Grazie alla #GRF2020, nelle oltre 5.000 farmacie aderenti all’iniziativa potremo acquistare farmaci da banco che saranno consegnati a persone indigenti che non sono in grado di sostenere le spese per comprare medicine.


POVERTA’ E RINUNCIA ALLE CURE
Si stima che in Italia ci siano 1,8 milioni di famiglie e 5 milioni di individui (di cui 1.260.000 minori) che vivono in condizioni di povertà assoluta.

Tra questi, nel 2019, sono stati 473.000 quelli che hanno avuto bisogno di farmaci e che hanno chiesto aiuto a un ente assistenziale per potersi curare, come rileva il 7° Rapporto sulla Povertà Sanitaria di Banco Farmaceutico. A livello nazionale, la richiesta di medicinali da parte degli enti assistenziali è cresciuta, in 7 anni (2013-2019) del 28%.
Servono soprattutto farmaci per il sistema nervoso (18,6%), per il tratto alimentare e metabolico (15,2%), per l’apparato muscolo-scheletrico (14,5%) e per l’apparato respiratorio (10,4%). Servono, inoltre, presidi medici e integratori alimentari.
Le difficoltà non riguardano solo le persone indigenti: 12.634.000 persone, almeno una volta nel corso dell’anno, hanno limitato - per ragioni economiche - la spesa per visite mediche e accertamenti periodici di controllo preventivo (dentista, mammografia, pap-test ecc…).

Anche in considerazione di questi numeri in costante crescita, è arrivata la decisione di estendere le attività di raccolta a una settimana.

GIORNATA DI RACCOLTA DEL FARMACO #GRF20
Da martedì 4 a lunedì 10 febbraio 2020, nelle farmacie aderenti sarà possibile acquistare, in tutta Italia, uno o più medicinali da banco, che saranno consegnati alle strutture caritative convenzionate con il Banco e da queste ultime donati alle persone che non possono permettersi di curarsi. La Giornata è resa possibile da quasi 24mila volontari che fanno il turno in farmacia e da oltre 15.000 farmacisti.

LE FARMACIE ADERENTI E QUALI FARMACI DONARE
Le farmacie aderenti si possono trovare consultando l’elenco  predisposto. In loco, le farmacie che aderiscono alla Giornata del farmaco sono quelle che avranno esposta la locandina della #GRF2020. Ogni farmacia è abbinata a un ente caritativo, con la sua “lista” di farmaci da banco richiesti, così da ottimizzare le donazioni ed evitare che anche un solo medicinale vada sprecato.

CHI RICEVE I FARMACI DONATI
La “filiera” su cui lavora il Banco Farmaceutico nasce dalle esigenze di una persona o di una famiglia, che si rivolge a una struttura caritativa o a un’associazione per avere gratuitamente i farmaci di cui ha bisogno; le diverse realtà no profit a loro volta si rivolgono al Banco Farmaceutico. In base alle necessità dell’ente e alla sua struttura vengono stipulate convenzioni diverse: ciascun ente riceve quindi una risposta strutturata alle proprie necessità e provvede con il proprio personale sanitario alla successiva distribuzione dei medicinali agli assistiti che ha in carico.

NON SOLO UNA GIORNATA!
La giornata di raccolta del farmaco contribuisce per circa un quarto sulla quantità totale di farmaci donati dal Banco Farmaceutico agli enti nel corso dell’anno (108.842 anno 2018): la raccolta dei farmaci dura tutto l’anno attraverso diversi progetti quali il recupero farmaci validi non scaduti, le donazioni aziendali e le iniziative promosse nelle aziende.

GIORNATA DI RACCOLTA DEL FARMACO #GRF19
Nella #GRF 2019, svoltasi il 9 febbraio dello scorso anno, sono state raccolte in tutta Italia ben 421.904 confezioni di farmaci per un valore di oltre tre milioni di euro, con un aumento di oltre il 10% rispetto alle 376.692 del 2018. Nonostante l’ottimo risultato è stato possibile soddisfare solamente il 40,5% delle richieste degli enti assistenziali.

PARTNER DELL’INIZIATIVA
La GRF si svolge con il patrocinio di Aifa, in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Assogenerici, Federsalus e BFResearch. Intesa Sanpaolo è partner Istituzionale dell’iniziativa. La GRF è realizzata grazie all’importante contributo incondizionato di IBSA e Teva e al sostegno di EG Stada Group e DOC Generici. La Giornata è supportata da Mediafriends, Responsabilità Sociale Rai, La7, Sky per il sociale, e Pubblicità Progresso.

Per info:

www.bancofarmaceutico.org

Francesca Martin