Menu

Tipografia

È stato siglato a Venezia il protocollo d’intesa tra Regione Veneto e Provincia di Sofala (Mozambico), finalizzato al rafforzamento dei servizi sanitari della provincia africana in ordine all’assistenza medica, alla formazione del personale e alla fornitura di equipaggiamento tecnico. L’accordo,  della durata di tre anni, prevede per la parte operativa il coinvolgimento dell’organizzazione non governativa Medici con l’Africa Cuamm e dell’Azienda ospedaliera di
Padova.
 
Una tappa importante nel cammino della cooperazione decentrata italiana. A segnarla, oggi presso la sede della Giunta Regionale del Veneto, l’Assessore alle relazioni internazionali Marialuisa Coppola e il Governatore della Provincia di Sofala dr. Alberto Vaquina. «Con la firma di questo accordo» ha dichiarato l’Assessore Coppola «ci assumiamo la responsabilità di far crescere e di continuare ad alimentare la collaborazione fattiva esistente dal 1997 tra Regione Veneto e Provincia di Sofala, rilanciando con il rinnovato impegno della Regione un modello di cooperazione di successo che in questi anni ha visto il coinvolgimento attivo dell’Azienda ospedaliera di Padova, dell’Ospedale di Beira e di Medici con l’Africa Cuamm».
 
«Il nostro comune obiettivo» ha ribadito il Governatore Vaquina «è trasformare le grandi piaghe che affliggono la popolazione della provincia di Sofala in risorse, aumentando cure, competenze e assistenza sanitaria. Siamo grati a tutti coloro che ci affiancano in questo cammino e ci impegnano solennemente ad attuare gli interventi futuri secondo un’etica della cura, percorso umano e professionale di cui Medici con l’Africa Cuamm è maestro». «Questo accordo dà forma a un modello di intervento unico» ha continuato il dr. Josefo Ferro, direttore dell’Ospedale Centrale di Beira (una struttura che con 750 posti letto fa da riferimento per tutta la Provincia di Sofala, abitata da circa 1,5 milioni di abitanti) «che non viene calato dall’alto ma che supporta il sistema sanitario locale attraverso azioni concrete - l’invio di operatori, la fornitura di equipaggiamento sanitario e l’impegno nella formazione del personale locale - che consentono di assicurare un’assistenza degna alle popolazioni della Provincia. Un intervento “dentro il sistema” e “con il sistema”».

Per maggiori info:
Medici con l’Africa Cuamm, via San Francesco 126, Padova
tel 049.8751279, fax 049.8754738

Altri articoli in cui ci siamo occupati di iniziative Cuamm:
SOLIDARIETA’ DAL PRIVATO, DESTINAZIONE AFRICA

EPIDEMIA MORTALE IN ANGOLA, C’E’ BISOGNO DI AIUTO SUBITO

IN AFRICA I DISABILI PSICHICI TRA I PIU' EMARGINATI


[Marco Vivan]