Menu

Tipografia

Conoscere le esigenze di autonomia e di comunicazione degli uomini e delle donne disabili, per facilitare poi le loro relazioni, la loro integrazione e la loro partecipazione alla vita sociale e comunitaria.
E' questo l'obiettivo di un nuovo Master in "Tecnologie per la qualità della vita", organizzato dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Bologna, in collaborazione con l'Ente di formazione Didacta Onlus.
Non è un caso che il corso sia nato in Emilia Romagna: in questa Regione, infatti, sono numerose le strutture qualificate in grado di trasmettere conoscenze tecnologicamente valide nella rete dei servizi aperta a tutta la popolazione, e rivolta in particolare alle persone anziane e ai disabili.
E queste strutture qualificate diventeranno, nell'ambito del Master, sedi di laboratori e di stages.
Quello tecnologico è un aspetto molto importante che, chi decide di operare nell'ambito dei servizi rivolti alle persone svantaggiate, deve scoprire, conoscere, imparare a utilizzare.
Negli ultimi anni, infatti, l'utilizzo del computer, lo sviluppo della domotica, l'alta qualità degli ausili sono stati fattori determinanti per il miglioramento della qualità della vita delle persone disabili.
E infatti il Master nasce dall'esigenza di diffondere competenze socialmente, ma soprattutto tecnologicamente valide per la qualità della vita nelle diverse strutture: nelle scuole, nelle cooperative sociali, nei centri di assistenza, negli enti locali, nei servizi alla cittadinanza, nei centri di ricerca, nelle imprese che fabbricano ausili.
Competenze che permetteranno quindi di migliorare il processo di integrazione di partecipazione alla vita sociale e comunitaria.

Nello specifico, il Master si propone di dare competenze in Assistive tecnology avendo come punto di riferimento l'AAATE - Associazione per lo Sviluppo delle Tecnologie di Ausilio in Europa.
Saranno pertanto fornite conoscenze a due livelli fra loro strettamente intrecciati:

  • conoscenze di tipo sociologico, pedagogico e psicologico per comprendere meglio i problemi e le esigenze di autonomia e di comunicazione che hanno tutte le persone, donne e uomini, e in particolare le persone disabili.
  • conoscenze di tipo tecnologico per individuare i migliori interventi possibili a favore di persone disabili, allo scopo di migliorare le loro comunicazioni e la loro partecipazione alla vita sociale e comunitaria.

Tra le materie proposte dal Master, Sociologia ed economia dell'innovazione tecnologica per la qualità della vita, Problemi psicologici delle donne e degli uomini nella comunicazione mediata da computer, Ausili per la comunicazione, Informatica per donne e uomini disabili, Ausili per la mobilità e vita indipendente, Domotica per persone disabili, Tecnologie per l'abitazione: tutti insegnamenti concordati da docenti del Dipartimento promotore con docenti del Dipartimento di elettronica, informatica e sistemistica e con persone esperte che operano in Ausilioteca, Quasco, Centro di Vigoroso, Istituto di Montecatone, Associazione Orlando.

Organizzazione
Il Master, che partirà a marzo 2005, durerà un anno e sarà organizzato con lezioni frontali, ore di laboratorio, insegnamento a distanza e stage in una struttura specializzata.
Inoltre potrà essere frequentato anche da lavoratori dal momento che le lezioni si svolgeranno di venerdì pomeriggio e di sabato.
Il costo è di 4.500 euro, ma la Regione Emilia Romagna ha previsto un Assegno formativo da destinare a 15 persone (il numero minimo del Master) che coprirà l'80% del costo di iscrizione (se la persona che si iscrive non è occupata) oppure il 70% (se la persona svolge una occupazione).
Chi vuole partecipare all'assegnazione dell'Assegno formativo deve andare sul sito www.consorzio-symposium.it e riempire la scheda allegata per poter partecipare alla  graduatoria che sarà definita dalla struttura regionale Symposium (sono privilegiate le persone che risiedono in Emilia Romagna, chi si è laureata/o con i migliori voti e/o nel più breve periodo, chi ha reddito familiare meno elevato). Si ricorda che per il Master (indipendentemente dal rientrare o meno nella graduatoria di Symposium) possono  essere utilizzate  le agevolazioni che l'Università prevede per il  Diritto allo studio (come il prestito d'onore).
E' possibile iscriversi al Master entro il 31 gennaio 2005: basta andare su www.unibo.it, cliccare su Master e trovare il Master Tecnologie per la qualità della vita attraverso la indicazione dei Master per Facoltà (Scienze della formazione).


Info

Visitate i siti:

Sito di Symposium

Sito dell'Università di Bologna

Sito dell'Ente di Formazione Didacta Onlus


Scrivete all'Ente di formazione Didacta Onlus.
Scrivere al Direttore del Master.

Telefonare alla segreteria tecnica del Master:
Tel. 051 261124 tutti i giorni lavorativi dalle ore 11:00 alle ore 13:00.


Leggi anche gli articoli:


Leggi anche lo Speciale Atenei Accessibili.


[Francesca Lorandi]