Menu

Tipografia

Coraggio e forza: quella che ci vuole per allontanarsi da un figlio down il tempo di una vacanza, lasciandolo per sette giorni in mani sconosciute. Quel coraggio e quella forza necessari per azzardare "un distacco doloroso, temporaneo, ma utile e fondamentale per capire e far capire ai nostri figli - e anche a noi genitori - che certe esperienze vanno vissute e fatte vivere per amarli sempre di più, più di prima". Un distacco per riflettere, "per avvertire, per la prima volta, una sensazione di noia. Noia: quella che se avessi avuto Carlo con me non avrei provato".
Alessandro e Laura ci raccontano in questa lettere un'esperienza che ha cambiato, sicuramente segnato, anche il loro rapporto con Carlo.

Tutto è inizato da Elisabetta la logopedista di Carlo da ben 5 anni e 6 mesi, che lavora presso il villaggio Eugenio Litta di Grottaferrata (Roma). Quando ha saputo che andavamo a Cesenatico per un torneo di basket di Christian, il nostro primo figlio, ci ha suggerito di trovare per Carlo una colonia o struttura che si occupasse di lui per il periodo del torneo (7 giorni) così da avere un po' di riposo.
Partiamo verso Forlì, arrivati alla sede ANFFAS siamo ricevuti da Samantha, poco dopo arriva Marilena che sprizza una bontà e una volontà rara, uguale a quella che ho sentito quando ci siamo telefonati.
Dopo le presentazioni e il disbrigo delle formalità lasciamo Carlo nelle mani della sezione ANFFAS di Forlì conosciuta su internet solo 7 giorni prima di conoscerli personalmente.
Si sono occupati di Carlo 24 ore su 24 per 7 giorni alternandosi tra Marilena, Samantha, Marcella e Andrea ospitandolo e seguendolo nel proprio centro attrezzato con un splendido mini appartamento utilizzato per le autonomie e con l'elaborazione di un programma giornaliero mirato alle esigenze caratteriali del bambino.
Gli operatori che si sono alternati con Carlo sono stati in contatto con noi tutti giorni, è stata una esperienza eccezionale, Carlo si è trovato molto bene.
Per me e mia moglie Laura è stata la prima volta che abbiamo lasciato Carlo per tutti quei giorni, ma, il beneficio che abbiamo avuto senza l'impegno di Carlo e senza la minima preoccupazione di averlo lasciato in "altre mani" è inestimabile, come inestimabile è stata l'energia, il coraggio e la determinazione con la quale hanno affrontato la loro prima esperienza nell'ospitare presso la propria sezione un bambino Down di 9 anni, dichiarando apertamente a noi genitori la loro emozione nel dover affrontare anche essi una nuova sfida.
Hanno redatto un libricino bellissimo dove hanno raccolto le foto commentate dei giorni trascorsi con Carlo e del quale ci hanno fatto dono a fine soggiorno. Ci hanno rilasciato anche due pergamene dove hanno descritto, su una, la simpatia di Carlo e sull'altra il nostro coraggio, quello di genitori forti e coraggiosi. Operatori sicuramente specializzati e non solo con le disabilità, ma anche, per chi vive tutti giorni con questi figli speciali con i quali a volte è difficile andare avanti ma allo stesso tempo è doloroso il solo pensare di potersene separare. E poi, per avere avuto subito fiducia nei loro confronti dopo soli 7 giorni di sole telefonate ed e-mail un motivo ci sarà …
Il coraggio e la forza, quella che invitiamo tutti i genitori ad avere, per provare un'esperienza simile a quella che, anche per poco tempo, abbiamo fatto noi. E' stato un distacco temporaneo utile e fondamentale per capire e far capire ai nostri figli e anche a noi genitori che certe esperienze vanno vissute e fatte vivere per amarli sempre di più, più di prima.

Durante la nostra "vacanza" lontano da Carlo, dove eravamo ospiti da amici, ho avuto il tempo di affacciarmi dal balcone della casa situata in una zona eccessivamente tranquilla, e la mia testa "relativamente" libera e rilassata, ha avvertito la sensazione di noia. Noia: quella sensazione che se avessi avuto Carlo con me non avrei provato o che se avessi avuto solo un figlio sarebbe arrivata presto?

Alessandro Vagnoni, il papà
Laura Pallante, la mamma

Leggi anche questi articoli:
VACANZE SEMPRE DIFFICILI PER I DISABILI

COME SI ORGANIZZA UNA VACANZA PER DISABILI?

NON VOGLIO FARE VACANZE!!!

Visita anche l'area Viaggi e vacanze: troverai sicuramente la proposta su misura oer te, oltre che tante informazioni, terstimonianze e indicazioni utili!


[Francesca Lorandi]