Menu

Tipografia

E’ davvero importante la partnership stretta tra Cittadinanza Onlus e l’Organizzazione Mondiale della Sanità: Benedetto Saraceno, responsabile del Dipartimento di Salute Mentale dell’OMS, né è convinto, e lo ha ribadito recentemente a Rimini, durante un convegno, durante il quale ha appunto sottolineato l’utilità di alleanze che vedano affiancati soggetti istituzionali - l’OMS è un organismo dell’ONU - e le Onlus che, come Cittadinanza, che operano sul campo realizzando progetti di riabilitazione psichiatrica e di intervento psico-sociale nei Paesi in via di sviluppo.

All’OMS è stato affidato il compito istituzionale di indirizzare i Governi e di sollecitare uno sforzo maggiore per avviare programmi di salute mentale.
Le Organizzazioni del volontariato dovranno invece proseguire nell’impegno per migliorare la qualità della vita dei malati che, in particolare nei Paesi poveri, si trovano in condizioni difficilissime.
Molti e interessanti i dati forniti dal dottor Saraceno, che ha definito i contorni di un problema dalle dimensioni spesso sottovalutate.
Nel mondo le malattie attribuibili a disordini mentali, neurologici e derivanti da abuso di sostanze è in aumento: dal 12,3% nel 2000 al 16,4% previsto nel 2020.
Sono oltre 450 milioni le persone al mondo affette da questi disturbi, delle quali 200 milioni non vengono assistite da alcun servizio di salute mentale.

Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato 120 tra operatori del settore e Istituzioni, è emerso che il costo per garantire una migliore qualità della vita di queste persone è estremamente contenuto: non sono necessarie particolari apparecchiature, né cure mediche molto sofisticate.
Attenzione al malato, sostegno alla famiglia, farmaci adeguati porterebbero benefici immediati a quanti soffrono di questi disturbi in situazioni ambientali che aggravano la loro condizione.

Per Cittadinanza, è una conferma che il proprio operato è importante e utile.
Per tutti, c’è la consapevolezza che qualcosa si può e si deve fare per contribuire alla soluzione di un problema tanto grande.

Chi è Cittadinanza
Cittadinanza è un´associazione no profit che, in collaborazione con l´Organizzazione Mondiale della Sanità, intende aiutare coloro che soffrono di malattie mentali gravi e che vivono in condizioni di povertà e di emarginazione, in modo particolare bambini e adolescenti.
Lo stesso nome Cittadinanza sta a indicare che l’obiettivo primario dell’Associazione è quello di togliere al malato mentale la maschera della vergogna e restituito il volto del cittadino.
Il principio ispiratore dell’associazione è, infatti, quello di lavorare affinché il malato mentale si affranchi dalla sua storica condizione di cittadino di seconda categoria.


Come contattare Cittadinanza
Via Circonvallazione Ovest 9
47900 Rimini
Tel. 0541 740 339
Fax 0541 742 167
E-mail info@cittadinanza.org
Sito web www.cittadinanza.org

Anita Marini - Responsabile Progetti
Tel. (mob.) 335 712 8012

Marina Chiarini Responsabile Comunicazione e Raccolta Fondi
Tel. (mob.) 348 852 2638


OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità
Sito web www.who.int/en/

Contatti in Italia
E-mail postmaster@euro.who.int
Sito web www.euro.who.int