Menu

Tipografia

"Vogliamo parlare direttamente con le altre persone, senza mediatori, senza dover chiedere ogni volta la carità.
Vogliamo parlare noi con il nostro dottore, con gli uffici, con gli amici
": parla così Ida Collu, presidente dell'ENS, in occasione della presentazione del Servizio Ponte Telefonico Nazionale.
Un progetto rivolto all'abbattimento delle barriere della comunicazione, all'integrazione delle persone sorde, alla crescita dei servizi di utilità sociale per le persone con disabilità uditiva.
"Una disabilità sottovalutata la nostra" spiega la Collu, "perchè invisibile: è sensoriale e non caratterizzata da una simbologia evidente come succede per le altre disabilità.
I non vedenti hanno il bastone bianco, i disabili motori la sedia a rotelle, la sordità invece si manifesta nella comunicazione
".
Ed è grave, perchè coinvolge l'intera sfera comunicativa, sociale, educativa, culturale dell'individuo e innalza barriere invisibili tra le persone sorde e il mondo esterno, escludendole dalla vita sociale.
Se poi si pensa alla società in cui viviamo, la società dell'informazione, della comunicazione, della globalizzazione, se inseriamo la sordità in questo contesto, ci rendiamo conto che è tutt'altro che una "disabilità lieve".

L'impiego delle nuove tecnologie può abbattere questa barriera, abolire questa esclusione.
E' questo l'obiettivo del Progetto Ponte Telefonico, nato dalla collaborazione tra l'Ente Nazionale Sordomuti e l'Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato e Non Profit della Regione Veneto, con l'apporto tecnico di Telecom e Tectel.

Come funziona
A partire da dicembre quattro operatori saranno attivi nelle quattro postazioni messe a disposizione nei locali della Sezione Provinciale ENS di Padova.
Ciascuno avrà un DTS per permettere la comunicazione via voce e via testo in tempo reale.
Una persona sorda che vuole parlare ad una udente chiama tramite DTS il Numero Verde. L'operatore del centro accoglie la telefonata in formato "testo DTS" e, sulla linea telefonica in uscita, contatta via voce la persona udente.
A questo punto l'operatore informa "via testo" la persona sorda che il contatto è stato stabilito e che può avere inizio la conversazione.
Da questo momento tutte le richieste scritte vengono comunicate vocalmente all'udente e, viceversa, le risposte in voce verranno inviate dall'operatore tramite DTS alla persona sorda.
Gli operatori non sono scelti a caso: la selezione sta avvenendo in questi giorni e i prescelti dovranno seguire un serio percorso di formazione: impareranno ad utilizzare il DTS e, soprattutto, impareranno le caratteristiche della comunicazione dei sordi.

Niente paura per il prezzo della bolletta: il Servizio Ponte ha proprio tutte le caratteristiche di un servizio sociale, perchè è totalmente gratuito per tutti coloro che abitano in Veneto.
Per loro basterà comporre il Numero Verde 800 011 805 e mettersi in contatto con qualsiasi persona su tutto il Territorio nazionale.
Per chi chiama fuori dal Veneto il numero è 049 684863 e il costo è quello di una normale telefonata interurbana.
E per seguire le esigenze  di mobilità di tutti, il Servizio Ponte sarà attivo anche per il telefono cellulare: il numero in questo caso è 335 1558230 al costo di una telefonata, secondo il piano tariffario prescelto.

Il servizio sarà attivo in via sperimentale a partire da dicembre, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00.
E' vero, in molti altri Paesi europei il Servizio Ponte è già attivo da diversi anni, in alcuni anche 24 ore su 24: noi siamo un po' in ritardo, ma la strada che questo progetto si appresta a iniziare sembra condurre verso grandi obiettivi.
"Come quello di sentirci un po' meno sordi, un po' meno disabili: sembrerà come di abbattere le barriere della nostra disabilità", il commento finale di Ida Collu.


INFO
 
Sito ufficiale dell'ENS

ENS di Padova
Via Luigi Cadorna 26
35123 Padova (PD)
Sito web www.enspadova.it/
E-mail delegato@enspadova.it

Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato e Non Profit della Regione Veneto
Sito web www.venetosociale.com


[Francesca Lorandi]