Menu

Tipografia
La sindrome di Down colpisce in media un neonato su 750 e le persone che ne sono colpite hanno nel nucleo tre cromosomi 21, uno in più del normale. Ma il cromosoma 21 è legato anche a una forma di Alzheimer e a diversi tipi di tumore, inclusa la cosiddetta malattia di Lou Gehrig.

Un gruppo di 62 scienziati giapponesi, tedeschi, francesi, svizzeri, inglesi e americani che appartengono al Progetto Genoma Umano è riuscito a svelare i segreti del cromosoma numero 21, quello legato alla sindrome di Down e considerato il più piccolo delle 23 paia di cromosomi umani.

La ricerca, che verrà pubblicata sulla rivista Nature, apre la possibilità di conoscere con più precisione l'insorgere della malattia che costituisce la prima causa di ritardo mentale nell'uomo. Ma il dato che ha colpito gli studiosi è la differente concentrazione e distribuzione dei geni nei due cromosomi e soprattutto la presenza nel 21 di vaste zone del Dna che sembrano non codificare nulla, in poche parole non danno comandi, in quanto non presentano geni attivi.

Secondo gli esperti, i prossimi cromosomi la cui sequenza potrebbe venir completata sono il cromosoma 20 e il cromosoma Y maschile.



Stefano Pittarello - stefano@disabili.com