Menu

Tipografia

Il  discorso a reti televisive unificate tenuto lunedì sera 30 settembre dal Presidente del Consiglio, On. Silvio Berlusconi, sul rilevante tema della riforma previdenziale, ha visto di nuovo NEGATO il diritto all'informazione per le persone sorde, per l'assenza totale di un servizio di sottotitolazione e traduzione in Lingua dei Segni.

Il 2003 è stato proclamato l'Anno Europeo delle Persone con Disabilità, anno simbolico della sensibilizzazione, dell'abbattimento delle barriere architettoniche e comunicative, della valorizzazione della diversità, insomma l'anno dell'accessibilità.
Eppure le persone sorde si ritrovano ancora una volta escluse dall'informazione primaria: le barriere comunicative vengono innalzate sempre più in alto, l'isolamento sociale si fa sempre più acuto e drammatico.
Vivere ai margini della società dell'informazione significa morire lentamente come cittadini, negare le pari opportunità di accesso, promovendo l'emarginazione piuttosto che l'integrazione, nella falsa retorica di quest'Anno Europeo tanto decantato: le conseguenze sociali e culturali sono devastanti.
L'Ente Nazionale Sordomuti - Onlus, che rappresenta, tutela e difende i diritti di oltre 90.000 sordi italiani e loro familiari, denuncia con forza l'ennesimo atto di violenza, l'ennesima violazione della Costituzione Italiana, poiché "tutti i cittadini hanno pari dignità sociale" (art. 3).
I sordi italiani pagano l'intero importo del canone RAI, nonostante il palinsesto televisivo a loro accessibile consista in una percentuale insignificante sull'intera programmazione.
L'art. 7 comma 3 del contratto di servizio sancisce la "particolare attenzione alla promozione culturale per l'integrazione delle persone disabili e il superamento dell'handicap […].
La RAI si impegna inoltre a garantire l'accesso alla propria offerta multimediale alle persone con disabilitá sensoriali
".

I sordi italiani gridano basta!

L'Ente Nazionale Sordomuti invoca l'intervento urgentissimo delle alte cariche istituzionali e si riserva di mettere in atto opportune e clamorose azioni di protesta e di disobbedienza civile volte a sensibilizzare l'opinione pubblica, e chiede la solidarietà di tutti i cittadini italiani.

... L'informazione non dovrebbe essere un diritto di tutti?


INFO
Ente Nazionale Sordomuti - Onlus
Via Gregorio VII, 120
00165 - Roma
Tel. 06 39366697/8
Fax 06 6380931
E-mail presidenza.az@ens.it
Sito web www.ens.it