Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

Con la proiezione di un filmato nel quale i veneziani percorrono i ponti, e molto più spesso, le relative rampe collocate per la Venice Marathon, ha preso avvio la presentazione svoltasi a Ca' Farsetti, sulla questione dell'accessibilità a Venezia. All'incontro sono intervenuti il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, l'assessore comunale ai Lavori pubblici di Venezia, Mara Rumiz, il delegato del sindaco per i temi della mobilità delle persone disabili, Giuseppe Toso, il responsabile dell'Ufficio eliminazione barriere architettoniche, Franco Gazzarri, il presidente della Venice Marathon, Piero Rosa Salva.

Rumiz ha rilevato le difficoltà per disabili, anziani, mamme con carrozzine, turisti con valigie, a muoversi a Venezia e ha ricordato che dallo scorso anno la Venice Marathon è diventata l'occasione di una sperimentazione su una vasta area, di accessibilità della città. "Se nelle edizioni precedenti le rampe rimanevano al massimo 10 giorni, l'anno scorso si è voluto lasciarle un mese, quest'anno, grazie alla sensibilità dei responsabili della maratona e a finanziamenti straordinari le rampe saranno collocate un mese prima del 22 ottobre, data in cui si svolgerà la gara, per rimanere poi un altro mese, fino al giorno della Madonna della Salute". L'assessore ha anche sottolineato il salto culturale compiuto dai tecnici dei Lavori pubblici sostenendo che ormai c'è un'estrema attenzione al tema dell'accessibilità già al momento della progettazione delle opere.

Toso ha affermato che Venezia sarà completamente accessibile quando avverrà un'integrazione di tre sistemi: il trasporto pubblico, il trasporto con barche attrezzate da pedane, la viabilità pedonale. Rosa Salva ha poi lanciato la proposta di promuovere una campagna di adozione dei ponti: "Facciamo in modo che siano le aziende, i privati ad 'adottare un ponte' e che investano per renderlo accessibile, in cambio si potrà evidenziare il nome dello sponsor, è un modo nobile per risolvere la mancanze di risorse". Gazzarri ha aggiunto che le passerelle possono anche essere belle, come è emerso dal concorso indetto l'anno scorso, nel quale sono stati selezionati dodici gruppi di giovani architetti; ha poi segnalato che si stanno predisponendo interventi su 28 ponti che consentiranno una fruibilità notevole della città e che il Comune sta lavorando su un progetto per 'l'accessibilità al campus universitario diffuso' assieme a Ca' Foscari, all'Università Iuav, al Conservatorio e all'Accademia di Belle Arti.

Infine il sindaco ha manifestato la volontà di passare presto da un fase di interventi occasionali a una fase più strutturata con una maggiore integrazione dei sistemi di trasporto acqueo e di viabilità pedonale che rendano percorribili sempre più aree. 
 
PER INFO:
Il sito del Comune di Venezia 
Il sito della 21esima edizione della Venice Marathon

Altri titoli in cui ci siamo occupati della Venice Marathon:
12 PROGETTI PER SCAVALCARE I PONTI DI VENEZIA

A VENEZIA LE BARRIERE SI SUPERANO DI CORSA

[Marco Vivan]