Menu

Tipografia

Nella missione che gli compete, ovvero la ricerca sul cancro e l'assistenza ai malati di tumore, l'Istituto Oncologico Veneto (IOV) raggiunge un nuovo traguardo: è stata infatti accolta la sua richiesta di associazione ad Alleanza contro il cancro.
Lo IOV entra così a pieno titolo nella lista dei soci dell'Alleanza, costituita dai cosiddetti IRCCS, ovvero gli Istituti Nazionali d Ricerca e Cura a Carattere Scientifico.

Un grande riconoscimento, dunque, per l'istituto veneto, che già si distingue per la sua funzionalità: situato a Padova e strutturato in Consorzio, annovera tra i suoi soci le Asl di Padova e Verona, l'Ullss 6 di Vicenza, 1 di Belluno, 9 di Treviso, 12 di Venezia e 18 di Rovigo.
La sua particolare organizzazione permette sia di beneficiare del titolo di IRCCS, che per legge deve avere una sede unica, sia di garantire un'operatività di alto livello grazie al lavoro in rete degli ospedali coinvolti.

E proprio il lavoro in rete è una delle caratteristiche anche dell'Alleanza contro il cancro: il suo obiettivo infatti è quello di favorire le collaborazioni scientifiche tra i vari IRCCS oncologici, nazionali ed esteri, realizzando così lo scambio di informazioni e risultati.
A trarre vantaggio da questo lavoro in rete non sono solo gli istituti oncologici coinvolti e i soggetti terzi, ma è anche la ricerca italiana, che in questa maniera vede rafforzata la propria competitività in Europa.
Tra gli altri obiettivi, condivisi dall'Alleanza e dallo I.O.V, rientrano anche l'assicurazione di un'assistenza omogenea ai malati di tumore in tutta Italia e la Riduzione sia della migrazione sanitaria che le spese complessive di gestione.

La soddisfazione per l'intesa raggiunta è confermata dalle parole del professor Ermanno Ancona, Direttore Scientifico dell'Istituto Oncologico Veneto: "si tratta di una tappa importante nel percorso di partecipazione ufficiale dello I.O.V. alla rete stabilita dal Ministero. Così avremo la possibilità di confrontarci al più presto con le eccellenze dell'oncologia e partecipare a ricerche e finanziamenti in collegamento su base nazionale e poi europea".

Questo il sito dell'Istituto Oncologico Veneto

Leggi anche questi articoli:

TRA TUMORI E RICERCA ENTRA IN SCENA IL "FARE"

TUMORI PEDIATRICI: COME RECUPERARE GLI ANTICORPI DOPO LA CHEMIOTERAPIA

SCOPERTA LA PROTEINA CAUSA DELLE METASTASI NEL TUMORE AL SENO


[Roberto Bonaldi]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->