Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

volti di persone in bianco e nero

Un laboratorio per scoprire insieme che viaggiare non significa solo spostarsi ma soprattutto incontrare l’Altro, superando i propri limiti e chiusure.

Una città accessibile è una città che accoglie, che non ti fa sentire estraneo, che ti permette di relazionarti con ciò che ti circonda. E’ sul concetto di città accessibile (e sulle sensazioni correlate) che si concentrerà il laboratorio poliespressivo "sGUARDI diVERSI, viaggio nella città accessibile", aperto a persone con e senza disabilità e organizzato da Gruppo Polis nell’ambito del progetto PADOVA per TUTTI, (ne abbiamo parlato qui) con l’obiettivo di stimolare la riflessione sul tema del viaggio e della città accogliente, inclusiva e accessibile attraverso un lavoro finalizzato a prendere consapevolezza del proprio corpo e della propria voce come mezzi di espressione e comunicazione in relazione a persone e contesti diversi.

DIALOGO TRA DISCIPLINE 
Focus del laboratorio sarà quindi il lavoro sulle sensazioni, emozioni, relazioni, contraddizioni che ciascuno respira percorrendo le strade della sua città o durante un viaggio, attraverso un dialogo tra le discipline del teatro fisico, espressivo e d’improvvisazione, danceability, fotografia e linguaggio video.

UN VIAGGIO SIMBOLICO PER UNA PERFORMANCE INCLUSIVA
Un laboratorio per scoprire insieme che viaggiare non significa solo spostarsi ma soprattutto incontrare l’Altro, superando i propri limiti e chiusure.
In questo viaggio simbolico i partecipanti saranno accompagnati dai componenti di SPETTACOLIAMO, gruppo composto da utenti e operatori di Gruppo Polis, che già da un anno lavorano sul tema della città accessibile e che prenderanno parte attivamente agli incontri.
Il risultato finale sarà una performance sul tema del “turismo inclusivo” aperta al pubblico che si svolgerà durante l’edizione dedicata al turismo responsabile e accessibile del Festival IT.A.CÀ, in programma a Padova e dintorni a primavera 2020.

DIECI INCONTRI
Il progetto si snoderà da gennaio a maggio in dieci incontri della durata di due ore ciascuno: attraverso attività di improvvisazione teatrale, confronto e ricerca, i partecipanti sperimenteranno cosa significa essere “Io viaggiatore nella mia città” imparando a relazionarsi con la diversità e a portare “in scena” il proprio personale sguardo sulla realtà.

Il primo appuntamento si terrà lunedì 20 gennaio; gli incontri avranno luogo presso gli spazi di Gruppo Polis a Padova in via Due Palazzi 16 il lunedì dalle ore 18.00 alle ore 20.00.
Saranno condotti da Marianna Benasciutti, insegnante certificata di Danceability con formazione in Teatro fisico e Contact Improvisation, Elisa Favaro, facilitatore in Teatrodanza sperimentale con formazione in Regia del teatro, Teatroterapia e Teatro fisico e Antonella Zaniolo, facilitatore in Teatroterapia, Life counselor.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la cooperativa Polis Nova ai numeri 049/8900507 o 349 9727013 (chiedere di Marianna o Elisa dalle ore 10 alle 15) anche tramite sms oppure scrivendo una mail all’indirizzo: m.benasciutti@gruppopolis.it

Per info:
www.padovapertutti.it
Pagina FB: PADOVA per TUTTI