Menu

Tipografia

Confederazione Parkinson Italia e Parkinsoncare supporteranno gratuitamente le persone con Parkinson

L’emergenza Coronavirus  sta obbligando le persone anziane e con patologie a una necessaria forzata permanenza in casa per ragioni di sicurezza sanitaria e prevenzione. Per dare un supporto alle persone con malattia di Parkinson in questi momenti difficili, Confederazione Parkinson Italia Onlus, rete nazionale delle Associazioni delle persone con Parkinson, e Careapt –start up del gruppo Zambon dedicata allo sviluppo di soluzioni digitali per la gestione delle malattie neurodegenerative – rendono gratuito da oggi, 12 marzo, al 12 giugno 2020 il servizio di teleassistenza infermieristica ParkinsonCare rivolto alle persone con Malattia di Parkinson delle regioni più colpite dall'emergenza coronavirus (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Piemonte).

AGGIORNAMENTO 30 MARZO 2020: l'iniziativa è stata estesa  A TUTTA ITALIA. All'iniziativa si aggiungono i nuovi partner la Fondazione IRCCS Istituto neurologico 'Carlo Besta' e Fresco Parkinson Institute e il patrocinio di Fondazione Limpe e Accademia Limpe-Dismov. Si forma, così, la prima rete virtuale di medicina collaborativa per la malattia di Parkinson in Europa. Il servizio, che dedica ad ogni paziente un infermiere specializzato per affiancarlo nel riconoscimento e nella gestione dei sintomi, coordinerà anche gli interventi in visite in urgenza o video-consulto dei neurologi della UOC Neurologia 1 (Parkinson e Disordini del Movimento) dell'Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano e dei fisioterapisti, logopedisti, terapisti occupazionali, neuropsicologi e neurologi del Fresco Parkinson Institute oltre che di altri professionisti che si stanno mobilitando a titolo personale

COME ATTIVARE IL SERVIZIO - Fino al 12 giugno per queste persone sarà possibile accedere a ParkinsonCare a titolo gratuito. Per ricevere assistenza basterà chiamare il numero fisso 02 2107 9997 o inviare una mail a info@parkinsoncare.com. Il servizio sarà attivo ogni giorno dalle 9.00 alle 18.00 da lunedì a venerdì.

COME FUNZIONA PARKINSONCARE - ParkinsonCare funziona su due fronti: da un lato supporta le persone malate affiancandole nella gestione infermieristica dei sintomi e vigilando sull'aderenza alla terapia e, dall'altro, fornisce ai loro medici curanti un monitoraggio regolare delle loro condizioni cliniche e un servizio di allerta per l'attivazione degli interventi medici necessari.

ORDINE DEGLI INTERVENTI - In ragione dell'elevato numero di persone potenzialmente interessate, il team di infermieri e neurologi di ParkinsonCare provvederà a dare priorità agli accessi in funzione del livello di urgenza e complessità dei diversi interventi, in coordinamento ove possibile con i medici curanti. A questo si aggiunge che anche neurologi e medici di medicina generale potranno selezionare tra i loro assistiti coloro che ritengono più bisognosi del servizio, segnalando l'iniziativa ai loro pazienti.

SUPPORTO PSICOLOGICO - "La gran parte delle nostre consociate assiste nel proprio territorio le persone con Parkinson anche con il sostegno psicologico. La chiusura di uffici e luoghi di ritrovo ha ridotto questa attività spostandola in parte sulla telefonia e via internet. Si tratta di un'azione di volontariato che andremo a integrare con il Counseling professionale di ParkinsonCare" dichiara Giangi Milesi presidente della Confederazione Parkinson Italia.

All'iniziativa contribuiscono pro-bono Boston Consulting Group – che con Careapt ha disegnato e collaudato ParkinsonCare –, Salesforce, Arlanis Reply e BeCloud Solutions che ne sono i partner tecnologici oltre a Dolci Advertising.

Per info:

parkinson-italia.it



Redazione



All'iniziativa si aggiungono i nuovi partner la Fondazione IRCCS Istituto neurologico 'Carlo Besta' e Fresco Parkinson Institute e il patrocinio di Fondazione Limpe e Accademia Limpe-Dismov. Si forma, così, la prima rete virtuale di medicina collaborativa per la malattia di Parkinson in Europa
-->