Menu

Tipografia

libro con lente ingrandimentoNuovo Governo, nuovi ministri, ma vecchie faccende da risolvere. In particolare, da anni i disabili italiani attendono con ansia l’aggiornamento del Nomenclatore tariffario e quello dei Lea (Livelli essenziali di Assistenza).  La volontà del nuovo Governo Monti è subito sembrata quella di voler mettere mano al più presto alla questione, come ha detto lo stesso neo ministro alla salute Renato Balduzzi.

Viene quindi accolta con favore la notizia, data dalla deputata radicale e presidente onoraria dell'Associazione Luca Coscioni, Maria Antonietta Farina Coscioni, dell’approvazione alla Camera di un ordine del giorno che impegna il Governo ad aggiornare il Nomenclatore Tariffario e più in generale i Livelli Essenziali di Assistenza.

Questi alcuni punti dell’odg, che impegna il Governo:

-    ad emanare il decreto sui LEA entro il mese di gennaio 2012, termine da considerarsi perentorio salvo che il Ministro dell'economia non comunichi al Parlamento le ragioni che considerasse ostative all'emanazione del decreto in questione entro il termine indicato;
-    a comunicare, entro gennaio 2012, l'effettivo utilizzo dei finanziamenti stanziati per i «comunicatori» di nuova generazione, regione per regione;
-    a rendere facilmente accessibili a tutti, anche su su internet, le modalità di accesso alla loro utilizzazione, individuando dei responsabili regione per regione cui gli utenti possano riferirsi tramite canali e modalità semplici e rapide;
-    a verificare, entro maggio 2012, le reali condizioni di assistenza, anche domiciliare, presenti nelle varie - regioni;
-    ad intervenire nelle regioni in cui il servizio sia assente o carente con commissari ad hoc che assicurino ai cittadini affetti da SLA o da patologie simili e alle loro famiglie l'effettivo godimento dei diritti costituzionali di parola, di espressione del pensiero e di una assistenza adeguata

Fonte: anffas.net

 

IN DISABILI.COM:

BALDUZZI: ENTRO FINE ANNO L’ACCORDO SU TICKET, LEA, BENI E SERVIZI


INVALIDITÀ, TICKET, NUOVI LEA: COSA CI SI ASPETTA DAL NUOVO GOVERNO MONTI

-->