Menu

Tipografia
Salve,
mia figlia Martina di 22 anni è portatrice di una disabilità motoria che non le consente di firmare autonomamente. Le è stata revocata l'amministrazione di sostegno che aveva dai 18 anni sino alla fine del 2011, in quanto è in grado di intendere e volere. Ma stiamo riscontrando diverse difficoltà in quanto laddove c'è da apporre una firma a suo nome, essendo incapace di farlo, non può neppure aprirsi un conto corrente bancario.
Come possiamo risolvere questo problema, in un modo che abbia validità legale?
Grazie
C.

La risposta dell'avvocato De Vito

Cara C,
l’unica possibilità che hai è quella di riproporre ricorso per la nomina di un amministratore di sostegno. Non ti abbattere per il fatto che te l’hanno revocata. Evidentemente il decreto di nomina precedente aveva un contenuto troppo ampio ed invasivo rispetto alle reali esigenze di tua figlia. Difatti l’istituto dell’amministratore di sostegno non ha un contenuto predeterminato. Esso si modula sulle reali esigenze del beneficiario. Può riguardare la cura della persona quanto il suo aspetto patrimoniale. L’amminitratore può dover svolgere solo determinate attività per il beneficiario, oppure molte attività , oppure tutte le attività in sua vece.
Se tua figlia ha una disabilità motoria che non le consente di firmare, spiega, nel nuovo ricorso che proporrai al giudice, analiticamente la sua disabilità , tutto quello che può e quello che non può fare da sola, e le sue esigenze. Non ti verrà negato.
Ricorda però che l’amministratore di sostegno può curare o fare per il beneficiario solo ciò che è dettagliatamente descritto del decreto di nomina. Perciò, per quanto riguarda il conto corrente, chiedi espressamente al giudice di poter firmare per tua figlia l’apertura di un conto corrente e di poterne effettuare le operazioni.

Avv. Paola de Vito


STUDIO LEGALE DE VITO
p.zza Aldo Moro, 9 - 83100 Avellino
Tel./ Fax: +39 0825 460668
paola_devito@yahoo.it

Le risposte dell'Avvocato Paola de Vito vengono rese esclusivamente sulla scorta del testo letterale del quesito posto. Pertanto si invitano gli utenti a circostanziare il più possibile i quesiti.

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->