Menu

Tipografia

banconoteCosa succede quando la regione blocca l'erogazione dell'assegno di cura?

 

Buongiorno, sono un ragazzo tetraplegico di 24 anni. Volevo gentilmente chiedere un'informazione. La mia regione di residenza, il Veneto, mi ha bloccato l'erogazione dell'assegno di cura perché percepisco già la legge 162 vita indipendente. Tutto ciò è veramente possibile?
Vi ringrazio, cordiali saluti.

La risposta dell'avv. Colicchia

Egregio Signore, premetto che il quesito è molto ineteressante, e non di facile spiegazione in quanto anche lo scrivente legale disconosceva l’indennizo nominato assegno per la vita indipendente. Purtroppo evidenzio che il predetto quesito sarebbe da affrontare in sede diversa, eseguendo una ricerca approfondita con giurisprudenza e casi pratici. In questa sede, posso risponderLe come segue. Il predetto indennizzo risponde a contributi economici destinati a chi posside disabilità gravi,  per sostenere spese relative ad una autonomia rispetto la famiglia di appartenenza. Purtroppo ogni amministrazione applica regole differenti in materia. Orbene, possedendo tale indennizzo, e non essendoci una normativa specifica, i comuni arbitrariamente deliberano positivamente una “fantasiosa ed iniqua” incompatibilità con altri indennizzi tra cui l’assegno di cura.
Pertanto francamente Le rispondo, che si dovrebbe andare in fondo a rinvenire giurisprudenza recente in materia e casi pratici proprio nella regione Veneto, per effettuare una disamina “difensiva” in merito al problema.
Saluti

Studio Legale
Avv. Roberto Colicchia
Via Risorgimento Prol.,66  89135 - Reggio Calabria
Via G. Garibaldi, 118/c  91020 - Petrosino (Tp)
email   avv.robertocolicchia@tiscali.it
pec  roberto.colicchia@avvocatirc.legalmail.it

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->