Menu

Tipografia

pistorius con un tifosoVenezia sarà resa accessibile per la maratona, un occasione da non perdere

Mi accomodo nell’elegante sala conferenze del Casinò di Venezia. Ho già potuto scorgere, circondati dalle telecamere, Oscar Pistorius e Alex Zanardi, i veri protagonisti di questo appuntamento. Si tratta della prima conferenza stampa di promozione della maratona di Venezia.

Si presentano: il presidente del Venicemarathon Club Enrico Jacomini, il presidente del CONI di Venezia, Renzo De Antonia, il direttore generale del Casinò di Venezia Carlo Pagan, l’Assessore ai Lavori Pubblici Mara Rumiz.
La celebre maratona è giunta alla ventiquattresima edizione, l’indotto economico aumenta e il prestigio va alle stelle.
La promozione turistica ne gioisce, aumentano gli sponsor ma fortunatamente aumenta anche l’impegno sociale.
Si corre per l’Africa, e si corre per l’informazione e per la cultura dell’inclusione.

€˜Run for Water Run for Life‑¬ è lo slogan che rappresenta la campagna di raccolta fondi promossa dal 2006 da Cooperazione e Sviluppo Onlus e Venicemarathon: prevede la perforazione di nuovi pozzi per acqua potabile nella regione della Karamoja (una delle regioni più povere e aride dell’Uganda). La raccolta fondi avviene attraverso la disponibilità delle compagnie telefoniche italiane (che ricevono i messaggi di donazione), l’emittente nazionale Radio Deejay e le donazioni dei maratoneti.

Si corre per fare di Venezia una città accessibile: ogni anno per la maratona i ponti di Venezia devono essere €˜pedanati‑¬. Queste pedane compiono il miracolo, rendono la città completamente accessibile anche a chi sia affetto da deficit motori, danno la possibilità a tutti di visitare una delle città più belle del mondo. E le pedane vengono lasciate per mesi (almeno 5)‑¬¦l’assessore Rumiz vorrebbe diventassero il simbolo dell’accessibilità veneziana.

Poi annunciano il loro turno: i campioni.
Oscar Pistorius, raggiante più che mai.
Sono orgoglioso di essere qui, è una meravigliosa esperienza per un progetto importantissimo.
È veramente entusiasta di questa manifestazione di solidarietà e informazione e annuncia fiero che correrà la Family Run. Si tratta di 3,5 km di maratona, quella dedicata ai bambini. Bambini che fremono al solo vederlo, come quelli seduti vicino a me. Sono bambini che hanno appena ottenuto le protesi, e che vedono in lui il proprio futuro. Un campione, un vincente, perché si può essere felici anche senza avere le gambe come tutti gli altri bambini. Le loro mamme iniziano a scambiarsi consigli sulle protesi sospirando un po’, nel frattempo arriva il turno del secondo campione.

Alex Zanardi annuncia che parteciperà alla Venicemarathon in handbike, per vincere la gara della solidarietà . Ha deciso di partecipare per ricordare a tutte le persone disabili che non devono rimanere chiuse in casa ma uscire, vivere ed essere felici. Godere delle meraviglie di Venezia e di tutte le città che la ergeranno a modello di accessibilità .
E per presentare il suo progetto €˜BIMBINGAMBA‑¬: accorciare il percorso dei bambini che stanno disperatamente aspettando l’opportunità di riappropriarsi di una vita il più normale possibile.
I bambini senza arti, spiega l’ex pilota, spesso sono costretti ad abbassare lo sguardo, per difendersi dagli sguardi curiosi della gente, per difendersi dalla vergogna di essere diversi. Dovrebbero invece tutti ricominciare a guardarci in faccia, guardando la vita con coraggio e fiducia.

Zanardi vuole mettere a disposizione le sue conoscenze e l’esperienza della sua riabilitazione, insieme alla sua fama, per permettere al maggior numero possibile di bambini di ottenere protesi per gli arti mancanti a causa di malattia, incidenti o guerre. Grazie alla sensibilità ed alla collaborazione del centro riabilitativo MTR di Budrio e alla OTTOBOCK fornitrice delle protesi l’associazione €˜Niccolò Campo‑¬ Onlus è in grado di sostenere economicamente i genitori, di ospitare alcuni bambini ed assisterli per il tempo necessario alle cure ed alla riabilitazione.

Arriva Massimo Cacciari, apposta per consegnare ad Alex e Oscar le pettorine per la Maratona del 25 ottobre.
E’ il momento delle foto di rito. Dai loro sorrisi si evince la serenità di qualcuno che ha fatto della propria debolezza una forza. Di chi è riuscito a vincere accettando gli strani casi della vita.
I bambini che erano seduti vicino a me corrono a farsi abbracciare dai loro campioni, di vita.


INFO:

VENICE MARATHON

Cooperazione e Sviluppo Onlus
Strada ai dossi di le Mose, 5/7- 29122 Piacenza
Tel 0523-499484
Web: www.africamission.org
Email: africamission@coopsviluppo.org

Progetto Bimbimgamba

IN DISABILI.COM:

CAMPIONATI ITALIANI ESTIVI DI NUOTO PER DISABILI

DIECI ANNI DI SPORT E COMPETITIVITA’

Ilaria Vacca

Approfondimenti

Speciale Paralimpiadi Tokyo 2020

Dal 25 agosto al 6 settembre 2020 avrebbe dovuto disputarsi a Tokyo la 16esima paralimpiade. L'appuntamento, però, è sta...

Paralimpiadi Rio 2016

Paralimpiadi Rio 2016

PARALIMPIADI RIO 2016   Le Paralimpiadi di Rio 2016 (Jogos Paralímpicos de Verão 2016) saranno la quindicesima e...

SPECIALE SPORT PER DISABILI

SPECIALE SPORT PER DISABILI

SPECIALE SPORT PER DISABILI In questa sezione troverete informazioni sulle principali regole, curiosità , centri spor...

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Speciale Paralimpiadi Londra 2012 Dal 29 agosto al 9 settembre 2012 si terranno il regno Unito sarà la patria dello s...

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy