Menu

Tipografia


Dal 28 giugno viene meno l’obbligo a indossare la mascherina all'aperto (se non ci sono assembramenti) ma rimane quello del distanziamento sociale, con importanti garanzie richieste alle strutture ricettive

(Publiredazionale)

Dopo un altro anno lavorativo vissuto tra smart working, DAD, quarantene e spostamenti limitati dai colori delle regioni la voglia di vacanza si fa sentire sempre più forte! E dobbiamo ammettere che, finalmente, tra progressi nella campagna vaccinale, green pass e bonus vacanze, un po’ di ottimismo e pianificazione forse ce lo possiamo anche permettere.

Qualsiasi sia il viaggio che avete in mente, sia esso all’insegna dell’avventura o del relax, lo scooter scomponibile e richiudibile Byco, di Meccanica Bertazzoni, può rappresentare il vostro compagno ideale.

scooter byco lt
Come sicuramente già noto, in concomitanza con le riaperture di fine maggio, con l’Ordinanza n. 29 del 29/05/2021, il Ministero della Salute ha adottato e reso operative le “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”, che hanno riguardato in maniera puntuale anche tutte le strutture ricettive.

Vediamo di seguito, in sintesi tutti gli accorgimenti che è necessario adottare e le regole che è fondamentale rispettare, per viaggiare all’interno dell’Italia.

PER UNA VACANZA AL MARE
Ecco, di seguito, le regole in vigore al mare, in spiaggia e nelle strutture ricettive, anche all’aperto come in campeggio:
-fare sempre riferimento alla segnaletica informativa, che tutte le strutture ricettive dovranno garantire;
- igienizzarsi spesso le mani, attraverso i prodotti appositi messi a disposizione;
-se possibile, prenotare tutto in anticipo, sia il pernottamento che gli stabilimenti balneari che i pasti;
-rispettare la distanza interpersonale di almeno 1 metro, che tuttavia non si applica ai membri dello stesso gruppo familiare o conviventi, né alle persone che occupano la medesima camera o lo stesso ambiente per il pernottamento, né alle persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggetti al distanziamento interpersonale (tra queste tutti i disabili con necessità assistenziale da parte di un familiare o di personale addetto);
-prestarsi sempre alla misurazione della temperatura corporea, che implicherà il divieto di accesso a qualsiasi struttura se superiore a 37,5 gradi;
-in caso di permanenza in campeggio, pulire e disinfettare gli arredi esterni oltre a quelli interni di tutta la piazzola occupata.

PER UNA VACANZA IN MONTAGNA
Ecco invece, di seguito, le regole a cui attenersi per escursioni montane e tappe ai rifugi:
-fare sempre riferimento alla segnaletica informativa, che tutti rifugi dovranno garantire;
-rispettare la delimitazione dell’area esterna, che regolamenta gli accessi contingentati sia in caso di spazio servito sia di zona dedicata al pranzo al sacco;
- igienizzarsi spesso le mani, attraverso i prodotti appositi messi a disposizione;
-rispettare i percorsi obbligati all’interno dei rifugi che, ove possibile, non consentiranno l'incrocio tra persone;
-non muoversi nella zona notte dei rifugi con gli scarponi: gli ospiti dovranno indossare ciabatte proprie;
-stante l’obbligo di utilizo del sacco a pelo personale, il posto letto prenotato deve essere comprensivo di materasso con coprimaterasso in tessuto lavabile, set monouso composto da copri materasso e copri federa monouso, o eventualmente biancheria in tessuto lavabile a 90 °C;
-garantire il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, mantenendo, in particolare nelle stanze a uso promiscuo, una distanza tra letti di 2 metri;
-rispettare il distanziamento sociale di 1 metro anche in qualsiasi occasione di attesa in fila insieme ad altre persone.

E se invece volessimo respirare un po’ di cultura e puntare qualcuna delle splendide città d’arte disseminate per tutto il nostro bel paese? Lo stesso Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, ha recentemente dichiarato in un’intervista che proprio le città d’arte potrebbero rappresentare una valida alternativa al turismo vacanziero più “classico”, perché “visitabili in modo più rilassato, con meno gente”. Per muoversi tra i vicoli e i musei, una volta di più Byco rappresenta l’ausilio ideale per disabili e anziani, per una libertà di movimento senza più limiti.

Lo scooter per disabili e anziani, interamente Made in Italy, è disponibile in due modelli, Byco Plus, ripiegabile e/o scomponibile, e Byco Lt, ultraleggero e scomponibile. Entrambi i modelli della linea Byco sono adatti a essere utilizzati sia all’esterno che all’interno e sono particolarmente adatti per muoversi negli spazi ristretti, grazie al loro ingombro limitato e al ridottissimo raggio di sterzata.

Insomma, una volta scelta la meta e fatto scorta di igienizzante e mascherine, non resta che scegliere il modello di Byco più adatto alla vacanza e prepararsi a partire!

PER SAPERNE DI PIÙ:
Byco: lo scooter scomponibile e richiudibile per i disabili sempre in viaggio!

Linee guida per la ripresa delle attività economiche e socialiOrdinanza del Ministero della Salute n. 29 del 29/05/2021

Redazione

Qui le ultime su Coronavirus, vaccini e disabilità

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->