Menu

Tipografia

Aperto a tutti, il concorso premierà le migliori foto-interviste su esperienze di viaggi accessibili o non accessibili

Parlare di turismo accessibile non può prescindere dal racconto e dalla testimonianza di chi, persona con disabilità, abbia avuto almeno una esperienza di viaggio: positiva o negativa che sia.
Per diffondere quindi i valori del viaggiare accessibile, ma anche etico e responsabile, la seconda edizione di “Raccontami un posto accessibile – concorso di storytelling per parole e immagini”  si propone di raccontare l'accessibilità dei luoghi e dei viaggi attraverso le esperienze e i volti di chi l'ha vissuta sulla propria pelle o, al contrario, ha incontrato barriere.

L'iniziativa, promossa da COSPE Onlus è collegata alla terza edizione padovana di IT.A.CÀ migranti e viaggiatori. Festival del Turismo Responsabile dedicato all’accessibilità, all’interno del progetto PADOVA per TUTTI, e consiste in un concorso a premi, attraverso la raccolta di esperienze di viaggio in/accessibile raccontate tramite la produzione di una o più foto – interviste.

COME PARTECIPARE
I partecipanti sono invitati a raccontare un diverso modo di “viaggiare” con responsabilità, osservando e narrando l’accessibilità dalla propria personale prospettiva attraverso la produzione di una foto-intervista sul modello del progetto “Humans of New York” di Brandon Stanton. Il risultato finale dev’essere un testo breve, redatto in seguito all’intervista e corredato dalla foto, che racconti una sua storia di viaggio (si può partecipare inviando una o 2 foto-interviste).
Le opere non dovranno necessariamente essere realizzate ex novo ma già potranno appartenere al portfolio del loro autore.
I lavori, congiuntamente alla scheda di iscrizione dovranno essere inviati all'indirizzo itacaturismo.padova@gmail.com tramite posta elettronica o online attraverso wetransfer entro e non oltre le ore 24:00 del giorno 22 agosto 2020.

GIURIA E VALUTAZIONE
Il materiale sarà valutato da una giuria di esperti che sceglierà le tre proposte valutate migliori in base a criteri che terranno conto sia dell'innovazione e della creatività nel trattare il tema che della qualità della fotografia e del testo redatto in seguito all'intervista.
I vincitori saranno annunciati durante l’evento aperto al pubblico RACCONTAMI UN POSTO ACCESSIBILE che si terrà domenica 30 agosto 2020 presso i Giardini dell’Arena di Padova nell’ambito del Festival IT.A.CÀ Padova e dintorni 2020.
I lavori dei vincitori e le proposte che avranno riscontrato maggiore gradimento da parte della giuria, verranno pubblicate sulla pagina “evento Facebook” Festival IT.A.CÀ Padova e dintorni 2020.

I PREMI IN PALIO
Al primo classificato verrà offerta una visita guidata alla città di Ferrara di una giornata per due persone, per scoprire il meraviglioso patrimonio artistico e culturale della città natale degli estensi -Patrimonio UNESCO- con guida turistica specializzata che garantirà un’esperienza unica e fruibile da tutti. (include ingresso al Castello Estense o degustazione prodotti tipici).
Il secondo classificato vincerà la piantumazione di un albero  dal sito www.treedom.net; un contadino lo pianterà per te nel suo paese e se ne prenderà cura. Il tuo albero sarà fotografato, geolocalizzato ed avrà una pagina online così potrai vederlo crescere. Crescendo, il tuo albero assorbirà CO2, proteggerà il suolo e la biodiversità.
ll terzo classificato vincerà una confezione di prodotti alimentari di Libera Terra. Un modo gustoso per contribuire alla valorizzazione dei territori confiscati alle mafie (bottegaliberaterra.it).  

Il progetto è promosso da Associazione Vite in Viaggio e COSPE onlus, in collaborazione con Cooperativa Sociale Polis Nova, IT.A.CA’ -Migranti e Viaggiatori, festival del turismo responsabile, Festival della lentezza, libreria Pangea, CSV Padova, patrocinato dal Comune di Padova e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo nell'ambito del Bando Culturalmente 2017.

Per info:
www.padovapertutti.it

Potrebbe interessarti anche:

Viaggiare dopo la pandemia: riprogettare il turismo in chiave accessibile

Una città senza barriere è una città per tutti: Padova lancia la sfida

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->