Menu

Tipografia

gondole di veneziaCon uno stanziamento di 50mila euro Palazzo Ferro Fini supporta il progetto di Gondolas4All a favore dei turisti disabili


Mentre continua la polemica per il non funzionamento dell’ovovia che dovrebbe consentire a persone con problemi di deambulazione di attraversare il ponte della Costituzione (proprio di pochissimi giorni fa è un servizio registrato dalla trasmissione Striscia la Notizia), arriva anche qualche buona notizia alla voce Venezia e accessibilità.


50MILA EURO DALLA REGIONE  - E’ stato infatti approvato dalla  giunta del Veneto un provvedimento col quale la Regione contribuirà con uno stanziamento di 50mila euro alla realizzazione di un pontile permanente a Piazzale Roma che consentirà l’accesso in gondola alle persone in carrozzina.

Si tratta del progetto Gondole senza Barriere  di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa e che finalmente, dopo il via libera  e le autorizzazioni, sembra superare in parte l’ostacolo più grosso, ovvero quello economico. In parte perché lo stanziamento non sarà sufficiente a coprire l’intera spesa, ma si tratta di una boccata d’ossigeno che consentirà finalmente di partire con i lavori.


L’ACCESSO IN GONDOLA CON LA CARROZZINA - L’erogazione  per la quale si è impegnata la Regione, su iniziativa dell’assessore Marino Finozzi, sarà fatta a favore della onlus Gondolas4All che si occuperà di seguire il progetto nella sua realizzazione. Progetto nato da un gruppo di gondolieri capitanati da Alessandro Dalla Pietà ed Enrico Greifenberg, con la progetto gondola accessibile disabiliconsulenza della Uildm, che prevede la creazione di un passetto galleggiante e un sollevatore che caricherà direttamente l’utente in carrozzina a bordo della gondola. Tutte operazioni che saranno seguite da personale addestrato.

In  vent'anni di esperienza sono stato decine di volte testimone dello sguardo frustrato di  persone in sedia a rotelle, a cui veniva negato il piacere di salire in gondola in sicurezza, ci aveva detto Alessandro illustrandoci l’iniziativa. “In tantissime occasioni, pur di riuscire a garantire questo servizio a tutti, abbiamo scelto di imbarcare a braccia alcuni clienti, assumendoci tutte le responsabilità di questa delicata operazione.”

L’obiettivo è dunque quello di garantire anche all’utenza in sedia  a rotelle una delle esperienze di visita  più caratteristiche della città lagunare, senza che si tratti più di una eccezione. Gli ideatori di Gondolas4All sperano di portare a termine i lavori quanto prima, stimando il periodo dopo la prossima Pasqua come probabile avvio del servizio.

PROGETTI COLLATERALI DI SUPPORTO - Va detto che si tratta di un piano che ha da subito incontrato il supporto di numerosi soggetti: dalla Cigl, all’Università Ca’ Foscari, al regista Aldo Bisacco. Intorno allo stesso sono anche state programmate iniziative legate al mondo culturale  e artistico, come il progetto della serie web "BLU Delitti a Venezia", sulla quale il gruppo sta lavorando, con il supporto del regista Marco Agostinelli e Maap Magazine. Ancora in fase di realizzazione, il progetto prevede dodici episodi di dieci minuti ciascuno. Protagonista, Christian BLU, un investigatore disabile impegnato a risolvere misteri in una Venezia affascinante e fuori dal tempo, che proprio grazie ad alcuni suoi sensi affinati  a causa della disabilità saprà sbrogliare i casi più complessi.
Non solo questa, ma anche altre iniziative sono in cantiere per i promotori di Gondolas4All che tra l’altro saranno presenti anche quest’anno alla fiera dedicata a turismo accessibile e ospitalità per tutti Move! (ex Gitando.all), in programma dal 13 al 15 marzo prossimi.


UNA SPINTA AL TURISMO DEL VENETO - Ancora una volta il Veneto si dimostra tra le regioni più sensibili alle esigenze di un turismo che deve essere per tutti, in un’ottica non solo di una maggiore integrazione delle persone con disabilità, ma anche di un territorio che sappia creare ricchezza da un indotto – quello turistico – che non può ignorare le esigenze di turisti (e si parla di circa 11 milioni di persone in Europa) con bisogni particolari.
Un’ottima notizia apre quindi questo 2015, che speriamo possa essere un anno all’insegna della sempre maggiore accessibilità per tutti.


Per info:

www.gondolas4all.com



IN DISABILI.COM:

GONDOLE SENZA BARRIERE, E VENEZIA ACCESSIBILE E' PIU' VICINA


ACCESSIBILITA' DI VENEZIA, IL COMUNE RICORDA QUANTO FATTO

Francesca Martin