Menù

viaggi disabili
giochi bambini disabili
triride scooter  disabili

Typografia


Village For All mette a disposizione una guida dettagliata dedicata alle strutture turistiche del centro nord attrezzate opportunamente per viaggiatori con esigenze specifiche

Quando dici vacanza, il primo pensiero è: dove posso alloggiare per potermi  rilassare, divertire, essere trattato con cortesia, stare comodo e poter avere tutto ciò di cui ho bisogno? Ebbene, se già le risposte a queste domande non sono immediate, figurarsi quando c’è da tenere in considerazione anche qualche particolare bisogno specifico – sia esso di accessibilità o altro. A quel punto, solitamente parte una caccia sul web che spesso e volentieri lascia insoddisfatti, o non certi di aver trovato quello che fa per noi.

Le esigenze di ciascuno, infatti, per forza di cose, sono specifiche, e anche una medesima disabilità può comportare bisogni diversi, derivati ad esempio da ausili differenti. La mia carrozzina può essere più larga della tua, e non riuscire ad entrare nell’ascensore che ti ha invece servito nella tua indimenticabile ultima vacanza. Cosa vogliamo dire, con questo? Che le informazioni sulla accessibilità e le caratteristiche di una struttura turistica devono essere verificate opportunamente e nel modo più approfondito possibile: solo così sarò sicuro che quell’albergo, quel residence, quell’hotel o quell’appartamento fanno al caso mio. Ma come fare ad accedere ad informazioni così dettagliate?

Viene incontro a questa esigenza la nuovissima Guida interattiva gratuita all’ospitalità accessibile, disponibile online da oggi, dedicata al nord Italia, realizzata e resa disponibile a tutti da Village for All, il principale Marchio italiano dedicato all’ospitalità accessibile

COSA SI TROVA NELLA GUIDA – La guida, che è scaricabile gratuitamente dopo la registrazione a questo indirizzo, è composta di ben 200 pagine ricchissime di fotografie, con consigli, curiosità ed informazioni sulle strutture ricettive che hanno intrapreso un serio percorso di formazione ed adattamento strutturale ai bisogni speciali delle persone. Ma non è tutto. Il suo essere interattiva fa sì che cliccando sull’icona “www” si vada direttamente al sito internet, dove poter approfondire quello che interessa. Stesso dicasi dell’icona @ per la mail. Utilissimo, inoltre, il collegamento alla i che rimanda all’intera scheda tecnica con tutte le planimetrie e i dettagli raccolti in fase di rilevazione da parte dei tecnici di Village For All.

NON BASTA DIRSI “ACCESSIBILE” - Il punto  forza di questa guida è, dunque, la possibilità di accedere a delle informazioni che ci dicano in cosa, in quale modo e in che misura quella struttura sia accessibile e ospitale, fornendoci tutte le informazioni principali che possano esserci utili a comprendere se quello sia un luogo in grado di rispondere ai nostri bisogni specifici. Bisogni che possono essere di mobilità, ma anche alimentari o di allergie, per fare un paio di esempi. Ecco che il concetto di accessibilità diventa ospitalità accessibile: molto più comprensivo.

GEOLOCALIZZAZIONE - La forma interattiva della guida, inoltre, la rende consultabile in maniera comoda anche dallo smartphone o da device mobili, dove con un tap si può anche avviare il GPS e la geolocalizzazione, di modo da essere guidati dal navigatore alla struttura turistica di interesse.

IN ARRIVO ANCHE LA GUIDA CENTRO, SUD E ESTERO -  “Siamo felici di questa pubblicazione” dice Roberto Vitali, Presidente di Village for All, “finalmente una vera guida per le persone in cerca di informazioni veritiere e certificate sul reale grado di accessibilità. Le trasferte di lavoro, per motivi di salute e le vacanze sono una cosa seria ed una corretta informazione è alla base delle scelte di viaggio per le persone che hanno esigenze speciali. Stiamo adesso lavorando sulla guida Centro-Sud Italia ed Estero che sarà presto disponibile”.
 
PROSSIMI PROGETTI - Ma non è questa l’unica novità di Village for All, che rispetto alla disabilità si muove oltre al turismo accessibile e per tutti. Stavolta bolle in pentola un’idea che abbraccia il concetto di disabilità con nuovi strumenti e formule: “Stiamo lavorando alla realizzazione di un cortometraggio sulla disabilità con un gruppo di giovani film makers dal titolo AXIOMA”, continua Vitali - ed abbiamo avviato una pubblica raccolta di fondi. C’è bisogno dell’aiuto di tutti per poterlo realizzare, sia dal punto di vista economico (basta anche poco) che da quello della divulgazione…” A questo punto vogliamo saperne di più: seguiteci per scoprire di cosa si tratta!

Per info:
La guida è scaricabile dopo la registrazione a questo indirizzo
Clicca qui per saperne di più

Redazione