Menu

Tipografia

Se il crowdfunding andrà in porto, sarà possibile affittare al prezzo simbolico di 1 euro delle handbike per gite sul mitico passo lombardo

La montagna per le persone con disabilità è un sogno? Fortunatamente no! Ci sono infatti progetti ed iniziative che aprono alla fruizione della montagna e delle sue bellezze anche a persone con limitazioni sensoriali o fisiche. Tra queste, segnaliamo una nuova iniziativa denominata ‘Lo Stelvio per tutti’: un progetto promosso da e-Stelvio (un noleggio di e-bike, ndr) che, grazie a particolari biciclette, permetterà alle persone con disabilità di ammirare uno dei panorami più belli d’Italia: il Passo dello Stelvio.

Questa start up è nata ai piedi di questi magnifici pendii qualche mese fa, ad aprile 2018, e fino ad oggi – grazie alle sue 30 e-bike (ovvero mountain bike elettriche)- ha permesso a oltre 2mila persone di lasciare la propria auto a valle e di trascorrere bellissime giornate sulle strade della Valtellina. Natura, sport, lunghe giornate passate in famiglia o con gli amici. Tutto sembrava perfetto, ma mancava la parte migliore: permettere di fare queste gite proprio a tutti.  Per questo è nato il progetto in crowdfunding sulla piattaforma Eppela all’interno della call Nastro Azzurro Crowd.

L’idea è nata perché volevo dare la possibilità a quante più persone di godersi la montagna lasciando la macchina a valle – ha commentato il fondatore, Enrico Maccarini - Durante l’anno però sono nate varie esigenze, mi sono reso conto che i disabili non avevano la possibilità di utilizzare le bici e questo comportava anche un disagio per gli accompagnatori. Da lì, quindi, un’altra idea: quella di affittare biciclette anche per persone con disabilità, in modo che, questa volta per davvero, veramente tutti abbiano la possibilità di godersi questo posto magico”.

Queste specialissime e-bike, o meglio e-handbike, si potranno guidare con il solo utilizzo della mani e saranno affittate a un prezzo simbolico di un euro.
E’ importante che le nostre bellezze siano visitabili da tutti – ha aggiunto Enrico – Ho parlato della mia idea anche agli alberghi della zona e ne sono stati entusiasti”.

Si tratta di mezzi tecnologicamente avanzati, dai costi rilevanti: per quessto è stata lanciata una campagna di raccolta fondi alla quale tutti possiamo contribuire: l’obiettivo da raggiungere con il crowdfunding è di 5mila euro. Come di consueto, grazie al mentor Nastro Azzurro, al raggiungimento del 50 per cento dell’obiettivo sarà la marca di birra più nota in Italia e all’estero a cofinanziare il progetto con la restante metà.

Qui sotto, la presentazione del progetto:


Per saperne di più e per contribuire al progetto: www.eppela.com


Potrebbe interessarti anche:

“Natura Senza Barriere”, le escursioni in montagna accessibili a persone con disabilità

Redazione