Menu

Tipografia
Abbasso il grigio è la storia di un’alchimia che si ripete ormai da cinque anni. E’ la trasformazione di una piazza, quella di Santa Maria in Trastevere a Roma, in un’insolita galleria d’arte. Gli alchimisti sono pittori disabili che esporranno fino al 30 settembre i loro quadri sotto il cielo. I promotori dell’evento sono “Gli Amici”, un movimento nato all’interno della Comunita’ di Sant’Egidio, associazione di volontariato che si occupa di disabili, specialmente psichici.

Le cinquecento opere esposte sono il frutto di una ricerca artistica individuale che impegna questi pittori “diversamente abili”, come amano definirli gli organizzatori. Attraverso l’arte riescono ad esprimere la loro creativita’ e a superare la diversita’ che molto spesso, nella vita quotidiana, finisce con l’emarginarli.

Gli altri protagonisti indiscussi della mostra sono, ovviamente, i colori: colori diversi, come molteplici sono le personalita’ artistiche dei partecipanti. Varie anche le tecniche espressive usate: si passa dagli acquerelli con colori briosi, ai pastelli con sfumature delicate, dall’essenzialita’ morbida dei carboncini, alle linee stilizzate delle chine. Fantasia e sensibilita’ diventano spontaneita’ di espressione, colori e tratti sostituiscono l’inadeguatezza della comunicazione prettamente verbale. Le opere esposte saranno valutate nel corso della rassegna da una giuria di critici d’arte che premieranno le piu’ significative. La manifestazione di premiazione di sabato pomeriggio, alla presenza del sindaco di Roma, Walter Veltroni, sara’ arricchita da concerti e da eventi collaterali.

Il leit motive della rassegna e’ costituito dai temi espressi nelle opere. Amicizia e diversita’, in primo luogo, ma anche pace, ecologia e solidarieta’, tematiche proprie del manifesto degli “Amici”, che e’, innanzitutto, uno stile di vita. In particolare, la condivisione non si ferma ai quattro giorni di questa esposizione. Molti tra gli artisti hanno infatti deciso di mettere in vendita le loro opere. Il ricavato servira’ a ricostruire l’ospedale africano Raul Follereau – Comunita’ di Sant’Egidio a Bissau, distrutto dalla guerra civile che ha di recente insanguinato la Guinea Bissau.

Informazioni:
www.santegidio.org/it/amici

Segreteria organizzativa:
Comunita’ di Sant’Egidio - Gli AmiciPiazza Sant’Egidio -
3/A – 00153 Roma.
tel. +39 06 585661 – fax +39 06 5800197.

Alessandra Sgarbossa - alessandra@disabili.com