Menu

Tipografia

Mentre a Torino gli atleti di tutto il mondo saranno alle prese con le prime gare delle Paralimpiadi, nel comune veneziano di Dolo un centinaio di sportivi disabili provenienti da tutto il Veneto parteciperanno al "Trofeo del Brenta - Primo Trofeo Città di Dolo".
La manifestazione, in programma domenica 12 marzo alla piscina comunale, rappresenta per gli atleti un'ulteriore gara del Campionato Regionale del CIP (Comitato Italiano Paralimpico).
Per il comune veneziano, invece, il Trofeo costituisce la prima occasione per ospitare una gara di nuoto tra atleti disabili e per far scoprire ai suoi abitanti delle "abilità" che magari finora non hanno avuto modo di conoscere.

L'iniziativa nasce da un'idea di Simone Cercato, medaglia di bronzo nella staffetta 4 x 200 m stile libero alle Olimpiadi di Atene 2004 e assessore allo sport del Comune di Dolo.
Uno sportivo come lui conosce bene le potenzialità dello sport, non solo per il benessere fisico e psichico, ma anche quale strumento di integrazione sociale. Come dire: attraverso il linguaggio del corpo, persone diverse e "lontane" tra loro possono superare le barriere comunicative.

L'idea di Cercato, ovvero una gara in grado di valorizzare i suoi protagonisti speciali e anche la città di Dolo, è stata accolta favorevolmente da diverse associazioni, prime tra tutte le Polisportiva Terraglio e la società sportiva "Sorriso", che hanno dato un grande contributo alla sua realizzazione.
Un passo avanti compiuto insieme, dunque, nell'ambito dell'incoraggiamento all'apertura sociale attraverso lo sport che promuovono e si augurano di diffondere tra i ragazzi disabili e le loro famiglie.

Dal punto di vista prettamente sportivo, la gara si aggiunge alle 4 manifestazioni per disabili già promosse nel Veneto.
Avrà una funzione molto importante, in quanto servirà a stilare la classifica del campionato regionale veneto.
Inoltre, i tempi realizzati nella gara dagli atleti verranno presentati al CIP e serviranno a costituire ed integrare la "carriera" di ognuno.

Tra gli atleti non mancherà, dunque, la determninazione e la voglia di gareggiare, come ha dimostrato anche Laura, una degli sportivi che parteciperanno all'iniziativa. Durante la conferenza di presentazione della gara, la ragazza si è dichiarata soddisfatta perché per la prima volta potrà partecipare ad una manifestazione così importante proprio nella piscina comunale della sua città.
Un in bocca al lupo a Laura, dunque, e anche a tutti gli altri atleti che si confronteranno per questo primo Trofeo.

Comune di Dolo

Comitato Paralimpico Italiano

Ci siamo occupati di "nuoto per tutti" anche in questi articoli:

VALORI…'ASSOLUTI' AGLI ASSOLUTI DI NUOTO

VUOI DIVENTARE ISTRUTTORE DI NUOTO? DA SETTEMBRE SI PUO'

IN UN ANGOLO DI ALTO ADIGE, PISCINE ACCESSIBILI A TUTTI

[Roberto Bonaldi]