Menu

Tipografia

La pallacanestro in carrozzina è la massima espressione del recupero fisico di un disabile, perché gli consente di esprimersi in azioni veloci e spettacolari, fantasiose e appassionanti. Chi voglia averne la prova non può perdersi una tre giorni (da venerdì 26 a domenica 28 aprile) di scena a Padova: si tratta del più importante appuntamento internazionale, la Coppa Europa.

E’ uno sport davvero spettacolare, e dispiace che stupidi pregiudizi impediscano a molti di avvicinarcisi come spettatori. Pensate che il basket in carrozzina prevede che l’altezza del canestro sia allo stesso livello del basket cosiddetto ‘normale’. Facile dunque intuire le straordinarie capacità atletiche di giocatori come questi. Si tratta degli atleti del Padova Millenium Basket, società che l’anno scorso ha vinto il campionato di A/2, e che solo per un pelo non è riuscita quest’anno - nella serie maggiore - ad entrare nei play off scudetto. Poco male, perché la compagine del presieduta da Ruggero Vilnai quest’anno si è presa un’altra soddisfazione: quella di poter organizzare, proprio a Padova, nei palazzetti di Camposampiero, Fratte e San Martino di Lupari, la Finale della Coppa Europea di basket in carrozzina, come a dire la Champions League della categoria.

Chi partecipa:

GIRONE A: Padova Millenium Basket (ITA), Econy Sandra Gran Canaria (SPA), MK aces (GBR), Sg Heidelberg-Kirchheim (GER).

GIRONE B: Arrows ’81 (NED), RGK Midland Panthers (GBR), S. Lucia Sport (ITA), Roler Bulls Liege (BEL).

In Italia ci sono 27 squadre. In Olanda, Paese che ha 11 milioni di abitanti, le squadre sono 50. Eppure anche da noi il movimento è in crescita, nonostante l’assenza pressocchè totale di finanziamenti.

  
Per Info:
tel. 0432 968839
fax 0432 9390133

http://www.milleniumbasket.com

asspmb@tin.it

Il portale   http://www.basketincarrozzina.it seguirà passo passo tutto l'evento.