Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

Maurizio Dal Bello è un atleta con ritardo mentale che domenica 24 marzo partecipa all’evento podistico romano coprendo l’intero percorso dei 42 Km.

L’atleta speciale gareggia per la società sportiva “Giuliano Schultz” di Medea Gorizia affiliata alla Fisd e aderente allo Special Olympics, organizzazione fondata trenta anni fa negli USA dalla famiglia Kennedy  allo scopo di realizzare la piena integrazione nella società delle persone con ritardo mentale attraverso la pratica sportiva.

La corsa, nell’ambito dell’atletica leggera, è una delle discipline sportive che gli atleti speciali praticano (sono oltre 6000 in tutta Italia a seguire gli allenamenti di calcio, basket, nuoto, ginnastica, equitazione, sci, judo e bocce) anche grazie all’entusiasmo e alla passione di centinaia di allenatori  volontari.

Maurizio Dal Bello è nato ad Asolo nel 1966 ed è ospite del centro “Villa S.Maria della Pace”, dove si è diplomato in florivivaistica e agricoltura e dove attualmente segue i corsi di formazione teatrale ed è componente della redazione della rivista del Centro.

Partecipa alla Maratona di Roma assieme agli atleti normododati della “Teenagers” con i quali si allena da tempo. Fabio Schiavo, presidente della società, osserva: “quando abbiamo cominciato a correre insieme a Maurizio eravamo un po’ in difficoltà, ma poi tutto è andato benissimo. Sia dal punto di vista atletico che sul piano delle relazioni i progressi di Maurizio sono davvero apprezzabili e i benefici dello sport sono lampanti: è molto più socievole e senza dubbio si trova a suo agio nel gruppo sportivo”. L’inserimento di Maurizio attraverso lo sport è stato pieno, infatti l’atleta speciale è stato ora tesserato alla “Teenagers” e parteciperà da protagonista alle gare del Friuli.

Maurizio ha cominciato a praticare regolarmente lo sport solo da cinque anni, mettendo in evidenza doti di fondista. In pista le sue specialità privilegiate sono i mt. 1500 e 5.000, oltre alla staffetta 4x400. Campione regionale in tutte le specialità elencate, si è conquistato l’argento nei 1500 e 5.000 nell’edizione 2001 dei Giochi Nazionali di Special Olympics Italia di Fiuggi. La notevole capacità di affrontare lunghe distanze ha incoraggiato tecnici e dirigenti a prepararlo per la maratona attraverso un adeguato e saggio programma annuale che gli ha permesso di affrontare con grinta la gara. A Maurizio e ai sui amici un augurio, che è anche il giuramento di Social Olympics in tutto il mondo: Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze!

Per Info:
Ufficio stampa, tel. 06 - 52246486