Menu

Tipografia

Al posto dei pantaloncini corti e delle scarpe con i tacchetti, un grembiule da enoteca; al posto del pallone da calcio, una bottiglia di vino e numerosi calici di vetro. E poi uno stand gremito, un padiglione affollato e molta curiosità e partecipazione: nello stand dell'Astoria Vini, durante la fiera Vinitaly, i giocatori delle squadre di Calcionordest hanno attirato numerose persone in occasione di un brindisi solidale.
Lo scopo: sensibilizzare i presenti circa le discipline paraolimpiche e soprattutto raccogliere fondi a favore dell'Asdive, l'Associazione Sportiva Disabili di Venezia.
Bellotto e Dall'Acqua del Treviso calcio, Crovari e Vanoli del Vicenza, Vincente del Venezia, Tarantino e Baù della Triestina, Dossena e Turati dell'Hellas Verona e Intravaia dell'Asdive oltre a firmare autografi, fare foto e scambiare quattro chiacchiere con i presenti, si sono trasformati in sommelier, per raccogliere fondi che permetteranno all'associazione di partecipare ad un torneo di torball. Questa è una disciplina sportiva di squadra per non vedenti che, divisi in due gruppi e distribuiti su due campi, a turno si attaccano e si difendono utilizzando una palla sonora.

"Sta diventando per noi una consuetudine utilizzare gli spazi del Vinitaly per promuovere non solo i nostri prodotti, ma anche una cultura della solidarietà alla quale crediamo profondamente", ha detto Paolo Polegato che, insieme al fratello Giorgio, è alla guida dell'Astoria Vini. L'azienda aveva infatti presentato anche lo scorso anno un'importante iniziativa solidale, il cui ricavato era stato devoluto all'Associazione Canoa Republic, che organizza corsi di canoa per disabili.
"Considerato il nostro rapporto con il mondo del calcio e il successo dell'iniziativa dello scorso anno - prosegue Polegato - abbiamo deciso di sostenere nuovamente un'associazione impegnata a promuovere lo sport tra gli atleti disabili. Riteniamo che gli sport come il torball, anche se difficilmente salgono agli onori della cronaca, incarnano quei valori di tenacia, impegno e spirito di collaborazione che ogni disciplina agonistica deve avere, e che ci ha spinto da molti anni a legarci al mondo dello sport".
Ma l'iniziativa non si è esaurita con il Vinitaly: prossimamente, in occasione della consegna della somma raccolta, i calciatori delle squadre di Calcionordest e gli atleti disabili dell'Asdive si affronteranno in un incontro di torball.
Intanto all'Astoria la volontà di continuare la collaborazione con realtà professionistiche come Calcionordest, per sostenere altre associazioni sportive è forte: non c'è dubbio, allora, che il vino fa davvero bene, anche allo spirito!

Link al sito dell'Asdive

La squadra di torbal dell'Asdive ha già partecipato a diversi importanti eventi:

TORBALL: L'ASDIVE VINCE LA COPPA ITALIA

IL TORBALL ENTRA A SCUOLA

TORBALL, AL VIA IL CAMPIONATO DI SERIE 'C'

Non è la prima volta che al Vinitaly vengono presentate iniziativa che coniugano vino e ambito sociale

IL VINITALY SOLIDALE

VINI IN BRAILLE: SI COMINCIA DA VALPOLICELLA E SOAVE

[Francesca Lorandi]