Menu

Tipografia

Ancora un appuntamento da non perdere con la neve, e si tratta dei Giochi Invernali Special Olympics Italia 2002, in programma in Val di Fiemme (Trento) dal 30 gennaio al 2 febbraio prossimi. Una manifestazione organizzata dall’Associazione SportABILI Onlus di Predazzo (TN) e dalla FISD, la Federazione Sport Disabili, con la preziosa collaborazione di enti come la Scuola Alpina della Guardia di Finanza, la Regione Trentino-Alto Adige e le locali scuole di sci, ma anche banche, aziende, commercianti e albergatori.
La SportABILI, in particolare, di cui si è già occupato piu’ volte il nostro sito, si dedica ad avvicinare allo sport disabili fisici, sensoriali e mentali, e organizza corsi di sci nelle localita’ della Valle di Fiemme. Gli atleti con ritardo mentale che si raduneranno questa volta sono oltre 130: ad accoglierli anche un centinaio di volontari e i maestri di sci.

In programma gare di sci alpino (slalom gigante, speciale e discesa libera), sulle piste di Bellamente Lusia, e di sci nordico (50 metri, 100, 500, 1 chilometro e 5 chilometri), sulle piste del Centro del Fondo del Lago di Tesero (le stesse su cui si svolgeranno i Mondiali del 2003), e una novita’. I ragazzi potranno infatti provare lo snow-board sotto l’attenta guida dei maestri.

Giovedì 31 gennaio il via alle gare vere e proprie, con le specialità della discesa, venerdì sarà la volta del fondo, sabato si chiudera’ con lo slalom gigante.

Numerosi gli eventi collaterali, a partire dalla cerimonia di apertura, alle 17.30 del 30 gennaio, nella piazza di Predazzo. Sfileranno le squadre dei partecipanti, che accenderanno il tripode olimpico pronunciando il giuramento di Special Olympics: “che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”.
Poi, ogni sera, riunione tecnica e spettacoli. Giovedi’ sera nella chiesa arcipretale di Predazzo (ingresso gratuito) concerto gospel di Cheryl Porter e 40 coristi, che in passato si sono esibiti anche a fianco di Paolo Conte e Mariah Carey; venerdi’ sera karaoke con la Tomblonder Band.
Cinque gli alberghi coinvolti, la partecipazione e’ subordinata alla validita’ della tessera Fisd in possesso degli atleti.

A proposito di Special Olympics Italia, e’ partita in questi giorni la campagna di raccolta fondi per il 2002. L’obiettivo e’ quello di raccogliere denaro per coprire i costi di soggiorno degli atleti ai prossimi Giochi Nazionali Estivi (1-8 giugno in Veneto). Il costo per ogni partecipante e’ di 500.000 lire, il singolo cittadino puo’ aderire versando un contributo sul c/c postale 654004, indicando come causale “adotta un atleta”. In cambio questi sostenitori riceveranno una testimonianza da parte degli atleti protagonisti.

Del programma di coinvolgimento allo sport di Special Olympics Italia, tanto per dare qualche cifra, e che si svolge ormai da 17 anni in seno alla Fisd, potrebbero beneficare quasi un milione di potenziali atleti: sono gia’ circa seimila quelli che praticano calcio, basket, nuoto, sci, bocce, equitazione, atletica leggera, ginnastica, e che partecipano ai vari Giochi regionali e Nazionali.