Menu

Tipografia

Pronti? Partiti.
La fiamma paralimpica illumina Torino, Roma, e idealmente tutta l'Italia, pronta ad accogliere i IX Giochi Paralimpici Invernali, il grande appuntamento sportivo e di integrazione, terzo evento mondiale dell'anno per lo sport.
La fiamma non è stata accesa solo a Torino ma contemporaneamente anche a Roma non in quanto capoluogo italiano, ma per ricordare la città che nel 1960 ha ospitato le prime Paralimpiadi in assoluto.
Un vanto non da poco, e che giustamente viene sottolineato in questa occasione.
A Roma davanti al Colosseo per l'accensione c'erano Luca Pancalli, vicepresidente del Coni e  presidente del Comitato Paralimpico Italiano, il presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso e il sindaco Valter Veltroni, presentatrice Ilaria D’Amico.
A Torino invece si sono segnalati il sindaco Sergio Chiamparino, il Presidente  del Comitato Paralimpico Torino 2006 Tiziana Nasi, e il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta, presentatori Antonio Costanzo e Antonella Ferrari.
Tranne una breve parentesi di due giorni sul Monte Rosa, la fiamma è custodita in Municipio fino all’8 marzo, quando inizierà il suo viaggio cittadino portata da 150 tedofori, tra cui quelli che stiamo proponendo noi di Disabili.com.

Nei giorni che precedono la Cerimonia di Apertura tra il 5 marzo e il 6 marzo è previsto il transito della fiamma paralimpica in un paesaggio incantevole della montagna vercellese: è la Capanna Margherita, a 4.554 metri di quota, sul Monte Rosa. Il percorso, organizzato in collaborazione tra l'Atl Valsesia Vercelli, il Collegio Regionale delle Guide Alpine del Piemonte, il Cai Varallo, il Comune di Alagna e il Corpo Forestale dello Stato, prevede una sfilata per le vie di Alagna di un gruppo di atleti diversamente abili, che porteranno la teca al piazzale antistante il Palazzetto dello Sport. Successivamente una staffetta di atleti diversamente abili partirà con le Guide Alpine di Alagna alla volta di Pianalunga, per proseguire verso il Passo Salati. Il 6 marzo, alle 4 del mattino le guide riprenderanno la via dei ghiacciai verso la meta. I tedofori, che seguiranno il tracciato per circa un'ora, verranno trasportati in elicottero al Colle Gnifetti, per poi raggiungere tutti insieme in un' unica cordata la Capanna Margherita. Sulla cima si procederà all'accensione della fiamma e al termine delle suggestive celebrazioni è prevista la discesa delle guide con gli sci che trasporteranno la fiaccola a valle.

Sito ufficiale delle Paralimpiadi di Torino 2006
Il sito Visa Paralimpics
Il sito del Comitato Paralimpico Nazionale Italia

Naviga nel nostro SPECIALE PARALIMPICO!


[Alberto Friso]