Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia
Nel corso della storia si sono succeduti diversi interventi normativi che il legislatore ha ritenuto opportuni, per favorire l’inclusione degli studenti con disabilità nella scuola italiana.

Ricordiamo che in Italia le scuole speciali (riservate ad alunni esclusivamente con disabilità) sono abolite dal 1977.

Di seguito proponiamo un rapido elenco (non esautivo) di alcuni riferimenti normativi tra i più importanti riguardanti l’inclusione scolastica in Italia.

- Documento Falcucci (1975): redatto dalla commissione con a capo colei che poi sarebbe diventata Ministro dell’Istruzione, Franca Falcucci, il documento ha posto la scuola italiana all’avanguardia, per i tempi, sancendo per la prima volta il diritto per tutti i bambini con disabilità, a ricevere una educazione e istruzione adeguata alle loro capacità. In esso si ritrovano i principi ispiratori della Legge 517/1977 La Relazione Falcucci sancirà un passaggio rivoluzionario per la scuola italiana, che per la prima volta poneva al centro la persona e le sue caratteristiche.

- Legge 517/1977 (Legge Malfatti):   legge che aboliva le classi differenziali , disponendo che gli studenti con disabilità fossero inseriti nelle normali classi composte da non più di 20 iscritti, con il supporto di insegnanti specializzati, e con le eventuali “forme particolari di sostegno secondo le rispettive competenze dello Stato e degli enti locali preposti”. Con questa legge la scuola italiana gettava le basi per tutte le leggi future sull’inclusione scolastica, superando la logica della separazione

- Sentenza della C.C. n. 215 (1987): allargava diritto all’integrazione scolastica di tutti gli alunni con disabilità anche alle scuole superiori.

- Legge 104/92: legge cardine sulla disabilità e sul diritto delle persone disabili. La Legge 104/92 tratta anche del diritto dei bambini con handicap di ricevere una istruzione adeguata alle proprie condizioni e capacità

Linee guida sull’integrazione scolastica degli alunni con disabilità (2009): emanate dal MIUR

Gli interventi legislativi degli anni più recenti sono:
Legge 107/2015 (La Buona scuola) e relativo Decreto attuativo Dlgs 66/2017, modificato dal recentissimo Dlgs96/2019