Menù

sollevaotre a binario
assistenza disabili

Typografia

Un innovativo prototipo che unisce tecnologie per l’accessibilità del prodotto museale è stato presentato in esclusiva alla reggia di Venaria, e sarà commercializzato a partire dal 2018

A che punto è la strada verso la piena inclusione delle persone con disabilità e con esigenze specifiche alla vita culturale italiana ed internazionale? Ancora lunga, nonostante i notevoli passi avanti fatti negli ultimi anni: il fatto importante è che qualcosa si sta muovendo, e una delle novità più interessanti è sicuramente l'Espositore for All, presentato alla stampa lo scorso 15 settembre con un evento andato in scena nella prestigiosa cornice della Reggia di Venaria Reale (TO).

L'Espositore for All, sviluppato dalla start-up torinese New Planet 3D, si presenta come un prodotto in grado di rivoluzionare l'accessibilità culturale, garantendo a tutti una piena fruizione delle opere d'arte grazie agli ultimi sviluppi tecnologici per abbattere le barriere architettoniche, cognitive e sensoriali. Il progetto, unico al mondo, è nato grazie a una sinergia con alcune realtà istituzionali e associative del territorio attive nel campo della disabilità: Torino + Cultura Accessibile, CPD Consulta Persone in Difficoltà, ISITT Istituto Italiano per il Turismo per Tutti, Tactile Vision Onlus, UICI Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Torino e l'Istituto dei Sordi di Torino.

Espositore FOR ALL con utente cieco e rappresentazione 3d dell'opera Com'è fatto e come funziona l'Espositore for All? La struttura componibile in metallo, alta 2,50 metri, si presenta come leggera e di facile montaggio, composta nella parte superiore da un impianto di illuminazione con led e da un diffusore acustico unidirezionale (studiato in modo da non disturbare gli altri visitatori), nella parte centrale è posizionato un monitor per la riproduzione di filmati e sottotitoli mentre nella parte inferiore si trova il ripiano per la riproduzione in 3D dell'opera scelta, una plancia per i comandi e i contenuti e un gradino scorrevole per bambini. La principale caratteristica dell'espositore è proprio la possibilità, grazie alle moderne stampanti 3D, di poter posizionare sul ripiano le fedeli riproduzioni (in scala o nelle dimensioni originali) delle opere museali senza il rischio di rovinarle o danneggiarle.

Quali sono i vantaggi per i diversi tipi di disabilità?

DISABILITÀ MOTORIA: L'Espositore for All ha delle dimensioni ideali per poter permettere l'ingresso di una carrozzina a motore: il ripiano è posizionato ad un'altezza di 88 centimetri da terra e ha una larghezza di un metro. La plancia dei comandi e dei contenuti è inclinata in modo da permettere una comoda lettura; il monitor, inoltre, è regolabile in altezza.

CIECHI E IPOVEDENTI: La riproduzione 3D dell'opera si può toccare e, insieme al commento vocale unidirezionale (disponibile in nove lingue) selezionabile attraverso istruzioni in Braille posizionati sulla plancia dei comandi, permette di vivere un'esperienza tattile a 360°.

Espositore FOR ALL  SORDI E IPOUDENTI: La descrizione dell'opera esposta è disponibile attraverso filmati in LIS (disponibile anche nella versione internazionale e selezionabile dalla plancia dei comandi) sottotitolati e trasmessi dal monitor.

DISABILITÀ COGNITIVA: È disponibile la traduzione in scrittura adattata con caratteri ad alta leggibilità, visualizzata sul monitor e disponibile in inglese.

Le caratteristiche sopra descritte possono essere utili non solo per le persone con disabilità ma anche a coloro che vorranno vivere un'esperienza di visita innovativa. Non finisce qui, perché l'espositore può essere uno strumento utile anche per la didattica e la ricerca: grazie ad un QR code leggibile attraverso uno smartphone, infatti, è possibile visualizzare e scaricare tutti i contenuti disponibili tra cui i file voce, e i video, compresi quelli in LIS.

Il prototipo dell'Espositore for All, nella sua prima versione, sarà in mostra alla Reggia di Venaria Reale fino al 31 dicembre 2017, mentre la versione definitiva (quella descritta qui sopra) verrà commercializzata a partire dal 2018 in Europa e negli Stati Uniti al costo di 6000 € (per la sola parte hardware, per il software e la riproduzione dell'opera in 3D il costo aggiuntivo varierà in funzione delle caratteristiche scelte) per il pezzo singolo, con possibilità di economia di scala. Il prodotto verrebbe spedito smontato, mentre i tempi di consegna sono stati calcolati in 30 giorni. È altresì importante sottolineare che, rispettando le disposizioni in materia di accessibilità universale, l'espositore ha ricevuto il permesso di utilizzare il relativo logo ONU.

L'Espositore for All, come tutte le novità presentate in questo campo, rappresenta un'importantissima innovazione  ma, al tempo stesso, è migliorabile (come più volte sottolineato da Dario Suppa, responsabile del progetto, in conferenza stampa). Ci chiediamo, ad esempio, quante opere possano essere riprodotte contemporaneamente (e ad un costo ragionevole) per permettere alle persone con esigenze specifiche una visita soddisfacente.

Potrebbe interessarti anche:

Accessibilità sordi. Videoguida LIS gratuita a un museo italiano: come candidarsi

Sentire un quadro con le mani per vedere l’arte da un’altra prospettiva


 Marco Berton