Menu

Tipografia

In mostra 150 ausili che le persone con disabilità visive usano nella loro vita quotidiana

Come fa una persona cieca a studiare? Come fa a leggere, a scrivere, ad usare lo smartphone, addirittura a prepararsi il pranzo? Come può una persona che non ci vede distinguere i colori dei suoi vestiti o non rimanere investita quando attraversa la strada?

Risponde a queste domande la mostra “150 modi di vedere”, che fino al 4 novembre 2018 è ospitata a  Palazzo Ducale, durante il Festival della Scienza di Genova, ed è a cura dell’Istituto David Chiossone per ciechi e ipovedenti Onlus, che festeggia i propri 50 anni.

Un percorso interattivo ripercorre la giornata tipo delle persone con disabilità visiva e racconta in particolare 150 ausili che li supportano nella vita quotidiana, nella mobilità, nello studio e nel tempo libero. Esperienze, video, testi, ausili esposti e dimostrazioni arricchiscono l’evento, raccontando come funzionano gli ausili per le disabilità visive:dai più tradizionali per la lettura e la scrittura, per la didattica, la mobilità e l’orientamento (lettori automatici e video ingranditori, software di sintesi vocale, sistemi di geolocalizzazione) a quelli legati al tempo libero, allo sport, alla gestione della casa, fino alle ultime innovazioni tecnologiche e le più utili App per smartphone e tablet.
Il pubblico potrà sperimentare in prima persona gli strumenti e le tecniche che permettono alle persone non vedenti e ipovedenti di compiere i gesti della quotidianità:ecco che sarà quindi possibile scrivere il proprio nome in Braille, utilizzare il bastone bianco per muoversi bendati, imparare come abbinare i calzini con il giusto colore grazie al Colorino, giocare a dama senza vedere i pezzi sulla scacchiera.

Parallelamente alla mostra, nella Sala Conferenze dello Spazio Aperto Liguria sarà possibile partecipare a incontri collaterali dedicati al tema della disabilità visiva e alle ultime tecnologie con dimostrazioni di ausili e prototipi innovativi .

La mostra è organizzata dall’Istituto David Chiossone, in collaborazione con Istituto italiano di Tecnologia e Istituto per le tecnologie didattiche del CNR, e con il supporto di AedoProject, Audiologic, BeltMap, Centrostyle, Federazione Nazionale delle Istituzioni pro-ciechi, Fonda, Istituto dei Ciechi di Milano, Leonardo Ausili, Subvision, Università di Torino, Vision Dept e Voice Systems, e cineaudioteca.it.

La mostra “150 modi di vedere” sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17. Il sabato e i festivi dalle 10 alle 19.
I biglietti del Festival della Scienza sono acquistabili presso l’Infopoint del Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, online o nelle filiali del Gruppo Banca Carige.


Per info

www.festivalscienza.it

www.chiossone.it


Su questo argomento:

Ma che ci sta a fare un cieco su Facebook!?


Redazione