Menu

Tipografia
-Dottor Mapelli, da circa 6 mesi lei e’ il responsabile della Fiat Piattaforma Mobilita' Disabili: puo' gia' fare un primissimo bilancio?

R. Mi sono inserito in un’attivita’ gia’ ben avviata cresciuta molto in fretta e di conseguenza - in alcuni casi - in maniera non uniforme. Il mio primo lavoro e’ consistito nello sforzo di razionalizzare le attivita’ svolte attraverso interventi sulle strutture dirette e a noi collegate. La piattaforma si è impegnata su alcuni temi, come:

Prodotto:

 Doblo’ allestito per disabili

 Doblo’ tetto alto vetrato/porta alta

 Scudo transwheel

 Nuovo sedile girevole e adattamenti alla guida per la Nuova bravo/a


Nella comunicazione:

 Estesa ed incrementata partecipazione alle manifestazioni ed ai Saloni

 Nuova impostazione della depliantistica per il prodotto Fiat/allestitori

 Rivisitazione completa del nostro sito internet www.fiatautonomy.com ed estensione anche ai non vedenti


Riorganizzazione dei Centri di Mobilita'.

I Centri dovranno ampliare i servizi offerti fornendo anche consulenze fiscali, legali e tecniche. Disporranno di vetture targate per consentire di effettuare attivita' di scuola guida. I simulatori saranno aggiornati con le piu' moderne tecnologie.


Maggior coinvolgimento della Rete commerciale Italia. Nuove agevolazioni:

 Percorso privilegiato ricambi per disabili

 Manifestazioni commerciali


- Quali sono le energie che la Fiat intende “spendere” in particolare per la guida nei riguardi delle patologie gravi, per il prossimo futuro?

Quando si parla di patologie gravi penso alla realizzazione di veicoli che possano essere guidati anche dalle disabilita' motorie piu' gravi, quali la tetraplegia. In questo campo Fiat sullo Scudo Bz cambio automatico, ha realizzato un sistema, progettato in accordo con le normative CEE di sicurezza, che consente l’incarrozzamento autonomo e la guida autonoma su propria carrozzina anche da parte di tetraplegici. In collaborazione con Enti esterni e associazioni stiamo sviluppando progetti (es: Joy/stick) che dovranno offrire valide soluzioni per questi clienti.


- Il pacchetto agevolazioni offerto dalla Fiat mirato ai disabili, che e' stato senza dubbio apprezzato dagli utenti, come verra' potenziato?


Fino al 31/12/2000il pacchetto di agevolazioni Fiat era rivolto esclusivamente ai disabili motori, dall’1/1/2001 le agevolazioni sono state estese ai disabili sensoriali (non vedenti, sordomuti) ed ai disabili mentali/psichici. Lo sconto praticato e'stato incrementato e oltre a usufruire di un’assistenza gratuita per 4 anni e' previsto un ulteriore bonus per il riacquisto.

-Potremmo avere una relazione inerente le attivita' svolte dai centri Mobilità Fiat?

 Non tutti forse sanno che i Centri di Mobilita' sono gestiti, sul territorio, attraverso l’impegno di molte Cooperative di persone con disabilita’, così come la maggior parte di queste strutture sono allocate presso ASL, Centri INAIL, stabilimenti di Fiat Auto e presso strutture del Ministero dei Trasporti.

 I Centri di Mobilita' sono stati visitati da circa 1600 persone nel corso dell’anno (persone con disabilita’, operatori del settore sanitario, operatori sociali e delegazioni varie

 Il coordinamento ha trattato direttamente 520 casi di richieste “prove di guida” di cui:

- 416 (80%) direttamente dal n. verde

- 104 (20%) direttamente all’ufficio di coordinamento

 sono state valutate 742 persone con disabilità

I Centri di Mobilità dovranno evolvere ed essere in grado di:

- Fornire prestazioni sanitarie

- Fornire informazioni fiscali e non

- Offrire la scuola guida

- Fornire servizi specifici attraverso i loro gestori

- Simulare l’adattamento di una vettura

- Incentivare il collegamento con le Commissioni Mediche locali per il rilascio delle patenti

- Attivare programmi di ricerca

- Attivare programmi di vendita

-Quale e’ stata la partecipazione da parte delle associazioni rappresentanti i disabili?

Verso le Associazioni rappresentanti disabili sportivi vi e’ un buon coinvolgimento e partecipazione a tutte le manifestazioni; le altre tipologie di Associazione hanno manifestato comportamento differenziato, da un minimo ad un massimo, agli effetti coinvolgimento e partecipazione. Sarà comunque nostra cura stimolare, sia tramite le nostre emanazioni locali sul territorio (Concessionarie, Succursali, Centri di Mobilità), sia dal Centro (attraverso il ns sito su Internet, con la rivista Mobilità, con il mailing, con le offerte dedicate) un più alto interesse vuoi commerciale, vuoi di conoscenza delle iniziative.

-Ci racconta le nuove iniziative?

Alcune nuove iniziative sui Centri o sulle incentivazioni sono gia’ state accennate nelle precedenti risposte. Nel corso dell’anno stiamo mettendo a punto un programma di presenza su alcune piazze italiane per eventi sportivi aperti anche alle persone disabili e riteniamo entro pochi mesi di poter mettere a disposizione dei disabili, presso le Concessionarie FIAT un parco veicoli in tutto il territorio italiano che saranno date in prova ai clienti disabili.

-Quale messaggio vuole lanciare ai potenziali clienti disabili?

La conferma che Fiat continuera’ ad operare per confermare la leadership nell’attenzione ai bisogni di tutti i clienti; e che mantenendo con loro un costante e stretto rapporto, farà di tutto per interpretare le molteplici necessità studiando e realizzando i prodotti ed i servizi necessari.Questo ci dovra' consentire di avvicinare ai Marchi del Gruppo (Fiat, Alfa Romeo, Lancia) un’utenza piu' esigente che trovera’ le risposte alle molteplici necessita'. L’invito e' quello di mantenere un raporto fattivo; attraverso il nsotro sito www.fiatautonomy.com, attraverso le nostre emanazioni concessionari, centri di mobilita', le riviste.



Valter Nicoletti - walter@disabiliforum.com