Menu

Tipografia

Stavolta un po' di pubblicità gratuita se la merita: Wind batte tutti i concorrenti sul tempo, e diventa il primo sito di un operatore di telecomunicazioni in Italia con una versione accessibile per i disabili, progettata secondo le linee guida del "WWW Consortium", e nell'ambito di un progetto che si chiama WAI (Web Accessibility Initiative).

Per il momento l'azienda ha adeguato le aree "Privati" e "Media" del sito istituzionale, che ora è compatibile con le specifiche "Livello 2 AA": in questo modo potrà essere visitato con facilità anche dai disabili visivi, motori e mentali (es. difficoltà di concentrazione).

Sul piano tecnico e, soprattutto, pratico, gli accorgimenti principali sono: l'utilizzo di codici che consentono, tra l'altro, l'uso dei link senza l'ausilio necessario del mouse; la lettura delle pagine con l'aiuto di un programma audio (screen reader); la descrizione testuale delle immagini sensibili allo screen reader; brevi riassunti audio in formato mp3 del contenuto delle principali sezioni; una grafica leggera e con colori di contrasto che possano essere visibili anche su schermi monocromatici.
Le tecniche sofisticate con cui sono realizzati certi siti, infatti, spesso rappresentano un ostacolo concreto per i disabili.

L'iniziativa, chiamata "Wind Way", fa parte del progetto "Wind Universe", e nasce dall'impegno di eliminare ogni possibile barriera architettonica virtuale, e di agevolare tutti i visitatori nella ricerca delle notizie e delle informazioni più interessanti e aggiornate.