Menu

Tipografia

L'elettronica dà una mano alla deambulazione dei malati di Parkinson.
Un gruppo di riceratori europei, i membri del Parreha Consortium che si occupano di terapie fisiche e tecnologiche, ha messo a punto un sistema elettronico che aiuta appunto chi è affetto dal morbo, a camminare.
Per sperimentare il sistema, i ricercatori hanno acquistato cinque speciali noteboook da un'azienda specializzata in hardware da indossare.
L'impiego di computer progettati per essere portati con sè, facilita l'esperimento.
Sostanzialmente i ricercatori  hanno analizzato un particolare aspetto del morbo di parkinson, ovvero una sindrome definita kinesia paradoxa,che crea problemi nel camminare: chi ne è affetto si trova disorientato quando segue un percorso rettilineo senza un confine preciso, come ad esempio lungo un corridoio.
Il problema, paradossalmente, scompare se la lunghezza del percorso viene interrotta trasversalmente anche solo da una striscia di nastro adesivo incollata sul pavimento.
Questa valutazione, ha indotto gli studiosi a mettere a punto un apparecchio che si indossa come delle semplici cuffie da walkman e che posiziona, davanti a uno solo degli occhi, un minuscolo display sul quale sono visualizzate alcune linee guide virtuali, che interrompono la lunghezza del percorso e creano una specie di gabbia che evita così il disorientamento.
In questo modo il paziente, combinando la visuale di entrambi gli occhi, viene aiutato negli spostamenti dalla realtà simulata che appare nsul display.
Diversi pazienti tedeschi hanno sperimentato questo sistema per oltre un anno e si sono dichiarati soddisfatti.
I risultati della ricerca effettuata dagli studiosi in collaborazione con l'azienda che produce hardware , saranno presentati in una relazione che sarà consegnata alla comunità scientifica internazionale.
Sembra che la maggiore difficoltà per un utilizzo pratico della cuffia elettronica, è l'integrazione tra la percezione reale con i dati forniti dal computer.
Una volta raggiunta la migliore integrazione il sistema potrebbe essere impiegato quotidianamente.

Info
www.xybernaut.com
www.parreha.com