Menu

Tipografia

SPECIALE BARRIERE ARCHITETTONICHE

barriere_architettoniche_e_accessibilita

ACCESSORI E IMPIANTI
 

PAVIMENTI

I disabili che utilizzano un mezzo a ruote (ma lo stesso vale anche per il trasporto di bambini in passeggino) si muovono meglio su una pavimentazione liscia, compatta, priva di fessure profonde o troppo larghe:

  • i giunti non devono essere superiori ai 5mm; 
  • i risalti di spessore devono essere inferiori ai 2mm.
  • è meglio evitare la moquette a pelo lungo e una pavimentazione non compatta.
  • sulle rampe, nei locali umidi e all'esterno, è meglio utilizzare un tipo di pavimentazione antiscivolo.

FINESTRE

Deve essere garantita una buona visibilità sia a chi è costretto in posizione sdraiata, sia a chi, trovandosi su una carrozzella, osserva le cose da una posizione più bassa.
Per soddisfare tali esigenze, è necessario che:

  • le finestre siano dotate di sottofinestratura fissa o a filo pavimento;
  • i sistemi di apertura siano raggiungibili da posizione seduta e siano di facile azionamento, cioè con la maniglia a 100-130cm;
  • siano predisposti dei comandi a distanza per le finestre più alte e, se necessario, che ci siano dei sistemi di apertura automatica;
  • non ci siano, nei balconi o nelle terrazze, parapetti opachi che ostacolano la vista o spazi vuoti tra pavimento e davanzale, in cui possano incastrarsi le ruote della carrozzina.

PORTE INTERNE

Le porte scorrevoli sono di più facile manovrabilità , non costituiscono intralcio e non richiedono grossi sforzi di apertura.
Le porte girevoli, le porte a ventola e i passaggi tipo i cancelli  girevoli non sono invece agevoli per il passaggio di mezzi a ruote.
Da evitare sono i meccanismi a molla di ritorno automatico, nel caso non prevedano sistemi di fermo a fine corsa.
Le porte vetrate dovrebbero avere una protezione nella parte inferiore, fino a 40cm.

  • La larghezza minima del passaggio dovrebbe essere di 70cm, ammessa di 75-80cm, meglio se di 80-90cm;
  • La maniglia deve essere posta ad un'altezza di 90cm.

RAMPE

I requisiti fondamentali delle rampe devono avere:

  • una pendenza - ottimale - del 5%;
  • una pendenza trasversale al massimo dell'1%;
  • una larghezza di 90cm, per permettere il passaggio di una carrozzina), di 150cm, invece, per il passaggio di due carrozzine;
  • i ripiani di sosta dovrebbero avere dimensioni tali da consentire l'inversione di marcia: una almeno ogni 10m, con uno spazio di rotazione di 150x150cm.
  • il dislivello massimo superabile con rampa è di 150-200cm.

Per motivi di sicurezza, la pavimentazione deve essere antiscivolo.
Ci deve essere, inoltre, un cordolo di protezione e devono essere adottati degli opportuni parapetti.
E' meglio non costruire rampe troppo lunghe, in quanto diventerebbero esse stesse una barriera.

SCIVOLI

Gli scivoli sono adottati per superare dislivelli contenuti, di 15-20cm al massimo.
Deve essere perfettamente collegato dall'inizio alla fine, e non ci devono essere oggetti di ingombro.
Deve rispondere ai seguenti requisiti:

  • la pendenza non deve superare il 12%;
  • la larghezza deve essere di 100-150cm;
  • la somma di pendenza e contropendenza deve essere al massimo del 22%.

MONTASCALE

Il montascale o gli elevatori risultano utili non solo ai disabili in carrozzella, ma anche agli anziani o a chi ha problemi di affaticamento, per esempio chi soffre di cardiopatie.
Ad ogni tipo di scala corrisponde un modello di montascale adattabile:

  • se la rampa è unica e lineare, si adotta un montascale rettilineo;
  • se la rampa presenta dei tratti curvi, anche il montascale seguirà questi tratti curvi;
  • se la scala è a più rampe, il montascale va montato sul lato interno, per evitare interruzioni in corrispondenza del pianerottolo.

I requisiti necessari sono i seguenti:

  • la larghezza della scala (per montascale montato su guida laterale) deve misurare almeno 100-110cm;
  • le dimensioni della piattaforma sufficienti per contenere una carrozzinadevono essere almeno di 70x75cm; 
  • si devono prevedere degli spazi adeguati all'imbarco-sbarco dalla piattaforma;
  • un dislivello che si può superare di norma misura non più di 4m.

Per garantire, inoltre, la sicurezza del trasportato e delle persone presenti sulla scala, bisogna predisporre sistemi di sicurezza ed una visuale ad almeno 2m dal montascale in movimento.

ELEVATORE

Per installare un elevatore all'esterno è necessario predisporre delle protezioni dagli agenti atmosferici.
Bisogna valutare l'apertura delle porte o degli eventuali cancelletti (che sia meccanica o manuale, deve essere comunque di agevole azionamento) ed appurare che ci siano i  dispositivi di sicurezza previsti per legge.
L'elevatore deve avere le seguenti caratteristiche:

  • la cabina deve misurare almeno 80x120cm;
  • davanti all'accesso lo spazio per eventuali manovre deve essere almeno di 150x150cm;
  • il dislivello da superare, di norma, deve misurare non più di 4m. 

MANIGLIE

Sulla porta a battente, per facilitare la chiusura alla persona in carrozzina, è meglio installare un maniglione ausiliario.
Le misure da rispettare sono:

  • in posizione orizzontale, ad un'altezza di 90cm;
  • se il maniglione è inclinato, la misura deve andare dai 60 ai 100cm.

INTERRUTTORI E REGOLATORI

Gli impianti e i contatori generali devono poter essere controllati e raggiungibili nonostante l'ingombro della carrozzina. Ad esempio, le manopole dei caloriferi vanno collocate lontane dagli angoli.
Le altezze raggiungibili cui i dispositivi di controllo devono essere posizionati sono:

  • la fascia ottimale a 60-120cm;
  • una fascia più estesa a 40-140cm.

DISPOSITIVI DI CONTROLLO AMBIENTALE

Soprattutto nel caso di persone con una grave disabilità , si può pensare di installare un sistema di controllo ambientale.
Si possono automatizzare i seguenti elementi:

  • elettrodomestici;
  • porte, finestre, tapparelle;
  • illuminazione;
  • telefono, citofono, campanello;
  • impianto di riscaldamento, termostato.

C'è la possibilità di scegliere tra diversi sistemi di automazione, dal semplice telecomando al sistema completo di "Home automation" (che si può collegare, anche telefonicamente, ad un Centro Servizi).

SOLLEVATORI

Il sollevatore è disponibile nella versione da terra e in quella da soffitto.
La versione da terra è più brutto e ingombrante, ma per fortuna ne esiste un modello ripiegabile, che si può riporre sotto al letto.
Funziona tramite un attuatore elettrico che può essere alimentato a batteria; dal momento che è montato su ruote, permette di spostare la persona da una camera all'altra e di poter, se necessario, essere usato da più persone (in ospedali per esempio).
La versione a soffitto è più costosa.
Contiene un motore alimentato a batteria ricaricabile. Questo fa funzionare un avvolgitore a cui è connessa una cinghia, munita di attacco di sicurezza, per il sollevamento della persona. Questo sistema, anche il più economico, consente di portare l'individuo in tutte le stanze in cui è prevista l'istallazione di un binario.
Per chi è in grado di usare le mani, c'è sul mercato una versione che permette di spostarsi autonomamente, azionabile con un comando a filo o con un telecomando.

Torna al menù principale dello Speciale Barriere Architettoniche