Menu

Tipografia

Torna il concorso europeo Access City Award per il 2017, ma noi chiediamo ai nostri lettori qual è la città più accessibile d’Europa che abbiate mai visitato?

L’edizione precedente se l’è aggiudicata Milano (non senza qualche perplessità…), quest’anno intanto si lancia l’apertura del Premio per le città accessibili d’Europa, l’Access City Award, per il 2017.

Fino all’8 settembre 2017 le città dell’Unione Europea con più di 50.000 che abbiano realizzato o pianificato misure e interventi per migliorare l’accessibilità dell’ambiente urbano in quattro ambiti potranno concorrere. Gli abiti sono:
- ambiente costruito e spazi pubblici,
- trasporti e relative infrastrutture,
- nuove tecnologie (TIC),
- strutture e servizi pubblici.
Attenzione: tutti  e quattro settori devono essere stati interessati da iniziative che prevedano non solo un miglioramento dell’accessibilità, ma anche un coinvolgimento delle stesse persone con disabilità e anziane e delle organizzazioni che le rappresentano, nel dare vita a politiche orientate a migliorare la vivibilità e l’accessibilità urbana in modo sostenibile.

Oltre ai primi tre posti, verranno inoltre assegnati riconoscimenti che premieranno le attività delle città rispetto a due ambiti: l’accesso al lavoro e l’utilizzo delle tecnologie per migliorare la vivibilità delle città. In particolare, la menzione speciale nella categoria “Accesso al lavoro” premierà gli le iniziative delle città per inserimento lavorativo ma anche accessibilità delle informazioni sulle postazioni aperte a persone con disabilità.
La menzione speciale nella categoria “Smart city accessibili” si riferisce invece all’applicazione della progettazione universale, premiando gli interventi delle città nel garantire l’accessibilità dei servizi con tecnologie e interfaccia utente accessibili.
I premi verranno infine  attribuiti in occasione della conferenza per la "Giornata europea delle persone con disabilità", che si terrà a Bruxelles il 29 novembre 2016.

Nato nel 2010, questo premio ha visto nel corso degli anni la partecipazione di oltre 250 città; di queste, 33 hanno ottenuto un riconoscimento.  Le giurie nazionali selezionano fino a tre città in ogni paese membro, sulla base dei criteri forniti dalla Commissione europea,  la giuria europea successivamente decreta i vincitori tra i candidati nazionali preselezionati.

La prima edizione è stata vinta da Avila (Spagna), poi Salisburgo (Austria), Berlino (Germania), Göteborg e Borås (entrambe Svezia),  mentre nel 2016 ha portata a casa la vittoria la nostra Milano. A questo proposito, più di qualcuno ha storto il naso, sottolineando le carenze che ancora il capoluogo meneghino presenta, rispetto alla possibilità di accedere ai servizi e spostarsi dei cittadini con disabilità.
A questo punto, anche  tralasciando i parametri del concorso ufficiale, e lanciandoci in una “competizione parallela”: a quale città dareste il premio accessibilità europea, sulla base della vostra esperienza o di vacanza accessibile o di residenza? Diteci la vostra!!

In disabili.com:
Briciole architettoniche e vita su quattro ruote, tutti gli ostacoli “minori”

Trasporti accessibili ai disabili: il mistero della pedana fantasma sui treni Vivalto

Per approfondire:
Regolamento qui

Redazione