Menu

Tipografia

Chi supera i limiti di velocità pagherà da oggi multe ancor più salate.
Oltre i 40i km/h si va dai 370 euro ai 1.458 euro.
Oltre i 60km/h arriviamo a 2mila euro e sospensione della patente fino ad un anno.
L'uso del telefonino in auto è permesso solo con auricolare (ma tutti l'avevano dimenticato): multa da 148 euro a 594 euro in alternativa. E se poi si viene fermati due volte nell'arco di tempo di due anni sospensione della patente da uno a tre mesi.

Chi viene beccato alla guida dopo aver fatto uso di sostanze stupefacenti fino a 4mila euro di sanzione e tre mesi di galera…
Per gli amanti degli alcolici: non si può andare oltre il secondo bicchiere (noi non avremmo permesso nemmeno il primo bicchiere: non si beve e basta se si vuole guidare!). La rivelazione del tasso alcolemico sarà articolata in tre fasce: da 0,5 a 0.8 di tasso alcomelico una ammenda che va da 500 a 2mila euro, pena detentiva fino ad un mese e sospensione della patente da 3 a 6 mesi.
Da 0.8 a 1,5 ammenda da 800 a 3200 euro, e pena fino a 3 mesi, con affidamento ai servizi sociali fino a 6 mesi. Per un tasso superiore a 1,5 fanno invece da 1500 euro a 6mila euro, con galera fino a 6 mesi, attività socialmente utile fino a 1 anno, sospensione della patente da 1 a 2 anni.
Se il conducente ubriaco provoca un incidente le pene sono raddoppiate…

Non si tratta di essere diventati dei forcaioli sia chiaro!
Ma bisognerà pur arrestare questa guerra che miete vittime troppo spesso innocenti. E' utile ricordare che gli incidenti stradali sono ai primi posti come causa di morti, e disabili permanenti, nel nostro paese e non solo. Un costo umano ed economico inestimabile…

Chi guida senza patente (quindi un irresponsabile, ma noi lo chiameremmo criminale) una multa da 2.257 ai 9mila euro. Chi invece la patente l'ha conseguita da meno di un anno, non potrà guidare auto superiori a 1300 cc di cilindrata e con una potenza di 60 chilowatt.

I bambini con meno di cinque anni d'età non possono salire in moto. Il guidatore verrà sanzionato con una multa che va dai 148 € ai 594 €…
Buona notizie pure per l'ambiente. Scatta infatti il divieto di tenere il veicolo acceso quando si è fermi per usufruire del condizionatore. La sanzione va dai 200 ai 400 euro.

Queste norme in realtà erano già in vigore da 3 agosto scorso, quando Alessandro Bianchi Ministro dei Trasporti le varò per Decreto. Ora il Senato, in terza lettura e in via definitiva, ha convertito il provvedimento in legge.

Come di consueto non sono mancate critiche.
A lamentarsi sono stati intanto i gestori di discoteche aderenti alla Confcommercio. Si sono lamentati per il divieto di vendere alcolici dopo le due di notte, trovando l'appoggio del leghista Massimo Poliedri, che ha argomentato considerando la misura "un regalo alle cooperative e ai circoli dei partiti di sinistra, ai bar e ai baracchini degli extracomunitari" che a dir suo potrebbero continuare la mescita. Francamente queste polemiche si sarebbero potute risparmiare.

Più interessanti invece quelle di Alessio Brutti, di Alleanza Nazionale, che ha criticato perché le norme puntano solo a far cassa anziché puntare su prevenzione ed educazione stradale.
Noi ci auguriamo che proprio su questi valori ora si punti, sperando comunque che nel prossimo futuro la tendenza si inverta, e che veramente calino vertiginosamente gli incidenti.

INFO:

Il sito del Ministero dei Trasporti 

Vedi anche la recente discussione avviata sulla sicurezza stradale nel forum  


[Valter Nicoletti]