Menu

Tipografia
Ottima la partecipazione, circa centoventi pescatori tra i quali molti disabili.Prima della gara nella piazza del paese è stato abbattuto un muro lungo 6 metri per due d’altezza, da sei disabili in carrozzina spinti da bambini, tutto questo per voler simbolicamente abbattere ogni tipo di pregiudizio. L’organizzazione della manifestazione è stata superlativa, basti pensare che i rifornimenti erano distribuiti da una carrozza trainata da due cavalli bianchi. Il supporto della protezione civile ha fatto il resto. Alle ore 11,15 la gara di pesca è stata ufficialmente chiusa. Tutti al volante delle proprie autovetture si sono recati a pranzare, l’intero tragitto formato da una lunga fila d’autovetture scortate in modo da avere la precedenza in ogni incrocio. Il pranzo è stato servito presso la Festa dell’Unità locale condita da quella simpatia che solo gli emiliani sanno avere. Nel pomeriggio fino a tarda sera, il complesso Aldo Brandi con la partecipazione della cantante Antonietta La Terza ha suonato e allietato tutti i presenti. Naturalmente ricchi premi e coppe sono stati consegnati ai pescatori che hanno ottenuto le catture più abbondanti. La riuscita manifestazione, è stata resa possibile, grazie all’impegno di Giuliano Saccomani e Franco Gregari che hanno fortemente voluto la realizzazione di questa bella giornata.

Valter Nicoletti

walter@disabiliforum.com