Menu

Tipografia

0L'elisoccorso è ormai da qualche anno parte integrante del sistema di soccorso.
Gli elicotteri di soccorso intervengono ovunque sia necessaria la presenza di un medico d'urgenza, e dove non sia possibile accedere con i mezzi di soccorso di terra, che in ogni caso collaborano strettamente con il servizio che "arriva dal cielo" per garantire il supporto da terra e l'immediato trasporto in ospedale dei casi trattati dal personale medico presente sull'elicottero.
Il servizio, che inizialmente consisteva soprattutto nel trasportare rapidamente e in maniera professionalmente assistita i pazienti più gravi da un ospedale all'altro, prevede anche la prestazione medica dell'équipe sanitaria direttamente sul luogo dell'evento, anticipando di molto i tempi di terapia adeguata con l'utilizzo sul posto di tecnologie salvavita.
Il paziente può inoltre essere trasportato direttamente e in tempi più brevi all'ospedale più appropriato.

Disabili-com: elicottero di soccorso in volo

Anche in Veneto è previsto il potenziamento dell'elisoccorso: 46 sono le elisuperfici in arrivo  .
Di quasi otto milioni di euro è la somma annunciata per realizzare una vera e propria "rete salvavita", con elicotteri pronti ad arrivare sul posto in nove minuti dalla chiamata, e trasportare il ferito all'ospedale entro venti minuti.
L'obiettivo è curare il paziente entro un'ora, il tempo massimo previsto, secondo l'Oms, per salvare una vita umana.
Il piano dovrebbe essere in grado di ridurre la mortalità del 38%.
Il progetto della Regione Veneto prevede, tra l'altro, otto elisuperfici a Verona (Azienda Ospedaliera, Malcesine, Bovolone, Isola della Scala, Legnago, San Bonifacio, Bussolengo, Villafranca), sei a Padova (Azienda Ospedaliera, Montagnana, Monselice-Este, Cittadella, Camposampiero, Piove di Sacco), nove a Venezia (Mestre, Lido di Venezia, Jesolo, Ospedale Civile di Venezia, Chioggia, Portogruaro, Mirano, Dolo, San Donà di Piave).
Già quattro sono gli elicotteri di base a Padova, Pieve di Cadore, Verona e Treviso, mentre dieci  sono le elisuperfici già attive.