Menu

Tipografia

L'avvocato Mario Allegra ha denunciato al Presidente del Tribunale di Vicenza, il Dott. Pafundi, il mancato rispetto delle norme previste dal DPR  503/96 in materia di eliminazione di barriere architettoniche.
Il Palazzo di Giustizia e la sede degli Uffici della Procura della Repubblica, nella città del  Palladio, presentano dei gradini che non consentono al penalista di accedere negli uffici.
Il Comune di Vicenza proprietario degli immobili non ha ancora provveduto, in ossequio della legge finanziaria del 1986, ad adottare il Piano per la eliminazione delle barriere architettoniche. 
Mancano servizi igienici accessibili alle persone che si muovono in carrozzina, e l'ascensore della Procura è così piccolo da non poter contenere la sedia a rotelle.
La violazione determina una gravissima discriminazione in danno delle persone disabili ed impedisce di fruire agevolmente del servizio Giustizia.
La questione dell'accessibilità degli uffici giudiziari in Italia è stata più volte denunciata da Mario Allegra, ma tutt'ora non è stata risolta.
Al Ministro di Grazia e Giustizia il compito di sollecitare i Comuni proprietari degli immobili perché adeguino i locali, mentre per quelli di proprietà del Ministero occorre che esso si attivi affinché si facciano i lavori di adeguamento.
Secondo la legge n. 41/86 entro il mese di luglio 1987 i Comuni avrebbero dovuto provvedere. Sono trascorsi 14 anni da allora e le cose non sono cambiate, la discriminazione perdura.
L'avvocato Allegra ha detto: "è bene che si cominci dai Tribunali a rispettare le leggi  e si rispetti la dignità della persona disabile".