Menu

Tipografia

In questi ultimi giorni si discute molto in merito alla possibilità di abolire o meno il simbolo della sedia a rotelle sul contrassegno speciale.
La Provincia di Livorno e l'Associazione dei Paraplegici locale hanno avanzato la proposta di eliminare il simbolo attualmente utilizzato sul contrassegno, affermando che "l'omino seduto sulla carrozzina", vìola la privacy della persona disabile che lo espone.
Un'idea che sembra andare proprio nel segno con la normativa vigente.
Infatti, nell'articolo 74 del Decreto Legge n° 196/2003, al punto 1 si evince quanto segue: "I contrassegni rilasciati a qualunque titolo per la circolazione e la sosta di veicoli a servizio di persone invalide, ovvero per il transito e la sosta in zone a traffico limitato e che devono essere esposti su veicoli, contengono i soli dati indispensabili ad individuare l'autorizzazione rilasciata e senza l'apposizione di simboli o diciture dai quali può desumersi la speciale natura dell'autorizzazione per effetto della sola visione del contrassegno".

Sulla questione, abbiamo interpellato Claudio Puppo, presidente nazionale dell'Anglat - Associazione Nazionale Guida Legislazioni Andicappati Trasporti.
"Mi viene spontaneo pensare - dice - a tutte quelle volte in cui nonostante avessimo regolarmente esposto in bella vista il contrassegno, a causa di  una disattenzione del rilevatore, non è stato possibile evitare l'accertamento di un infrazione.
Ci chiediamo cosa succederà se verrà applicata la normativa vigente: che ne sarà di anni di dura lotta per far valere le nostre necessità e i nostri bisogni se ora, per motivi di privacy, non è  più necessario mostrare un'autorizzazione con il simbolo della carrozzina ?
In molti - i non vedenti per esempio - non fanno uso della carrozzina, ma non per questo non hanno difficoltà a deambulare autonomamente.
Senza poi contare che questa proposta si scontra con le indicazioni dell'Unione Europea
".

E voi che ne pensate? Ditelo qui!