Menu

Tipografia

Grande è grande!
Originale anche.
Un Suv che non passa certo inosservato.
Lo abbiamo parcheggiato in pieno centro di Padova, nei pressi dello storico Caffè Pedrocchi, dell'Università, del palazzo del Comune. Dopo un buon caffé, siamo davvero pronti per provarla. Accendiamo il motore e partiamo.
L'abitacolo è davvero spaziosissimo, dimensioni da monolocale, extra lusso, sedili in pelle. Dimensioni da poltrona extra large.

La destinazione che scegliamo sul navigatore satellitare è Salò, sponda bresciana del Lago di Garda.
Ci facciamo dolcemente guidare. In un battibaleno siamo fuori dal centro storico, al casello autostradale. In autostrada, alla massima velocità consentita dal codice stradale, viaggiamo in totale sicurezza e relax.
A dire il vero dobbiamo usarci non poca violenza per non infrangere il limite consentito. Nei pressi  della città di Verona decidiamo di uscire dalla strada con pedaggio, con la certezza che, pur trattandosi di un Suv, in autostrada si va che è una meraviglia!


Valter alla guida del Suv

Ci dirigiamo quindi verso strade statali, provinciali, comunali, che ci permettono di costeggiare il lago di Garda (il lago più grande del nostro paese). Qui la strada si fa via via decisamente più stretta. Il traffico molto più intenso. Ma il nostro fuori strada (di lusso), pur di grandi dimensioni,  riesce a svicolarsi anche nei punti più stretti con estrema agilità. E così, tra un pezzo d'autostrada,  una provinciale e perfino un piccolo tratto di strada bianca arriviamo a Salò, la nostra meta.

Riusciamo a trovare parcheggio, non senza difficoltà a causa delle dimensioni e della grande quantità di turisti italiani ma soprattutto stranieri presenti nella rinomata località turistica, che ha anche un recente passato storico di tutto rilievo, con la Repubblica che porta il suo nome (di recente tornata d'attualità grazie al libro " Il sangue dei vinti" dello scrittore- giornalista Giampaolo Pansa). Volenti o nolenti, un pezzo della nostra storia è passato anche di qua.

Una passeggiata in riva al lago - si fa per dire visto che utilizzo la carrozzina - è sempre piacevole, ti fa tornare in pace con te stesso. Anche nel caso in cui , nel bel mezzo del cammino un tuonante temporale estivo riesca a inzupparti d'acqua, senza però toglierti il buon umore.

Al ritorno, decidiamo di fare alcuni passaggi in fuori strada.
Anche nei casi più esasperati, grazie al binomio motore-elettronica, si esce in scioltezza. Non vorremmo sembrare presuntuosi ma guidare questa vettura sia in fuori strada sia nelle statali ci è sembrato un gioco da ragazzi.


Prova fuori strada

Il motore, un 3000 diesel, ha potenza da vendere, i consumi non sono proprio da utilitaria , ma se non esasperiamo la guida riusciamo ad avere un consumo medio di 10 km litro, che per la cilindrata e la mole della vettura è davvero niente male.
Il bagagliaio, poi, è a dir poco esagerato.

  • Accessibilità per chi usa la carrozzina:
    Lo spazio davvero non manca. Nel bagagliaio si può riporre la carrozzina senza doverla chiudere o smontare a seconda del modello. All'interno dell'abitacolo può essere tranquillamente riposta sia nei sedili posteriori, sia nel lato passeggero anteriore.
    Attenzione all'altezza, trasferimento sedile carrozzina, è bene avere braccia robuste. Obbligatorio acquistare modello con sospensioni regolabili elettronicamente, cosi da facilitare il trasferimento abbassando il più possibile l'altezza dell'abitacolo (ottima la soluzione per il carico scarico merci nel bagaglio), in fase di salita o discesa dall'abitacolo.
    Particolarmente interessante anche per chi, pur avendo deficit motori agli arti inferiori, riesce a stare nella posizione eretta. L'altezza del sedile, decisamente superiore al livello medio delle autovetture standard, permette un'ottima salita e discesa dall'abitacolo.

  • Adattamenti alla guida della ditta costruttrice Guidosimplex:
    Acceleratore a cerchiello elettronico, modello 906 G.V. interfaccia.
    Freno di servizio a lungo braccio ancorato al pavimento modello 907.
    Noi avremmo optato per un acceleratore a cerchiello meccanico sicuramente più gestibile, vista la grande potenza e utilizzo in fuori strada.


L'acceleratore a cerchiello

  • Caratteristiche tecniche
    Queste le caratteristiche tecniche della vettura provata:
    Disposizione e n. cilindri L 6,
    Cilindrata 2967,
    Alimentazione Diesel,
    Trazione intergrale,
    Cambio Automatico Sequenziale 6,
    Dimensioni : lunghezza 4,754m larghezza con specchietti 1,217m
    Massa (kg) 2945
    Velocità Max (km/h) 202
    Accelerazione 0-100 Km/h (s) 9,2
    Consumo Urbano extra urbano misto (l/100 km) 14,4 08,50 
    Serbatoio carburante 100 litri di cui riserva 10
    Clima automatico
    Autoradio con Cd Navigatore satellitare
    Sedili in pelle
    La cilindrata di 3000 cc non consente di godere delle agevolazioni fiscali per disabili

Un'auto non proprio per tutte le tasche, ma chi se la può permettere sa che il costo ha un suo perché…

INFO:

Per informazioni vedi il sito di Autogerma

Il sito della ditta Guidosimplex


[Valter Nicoletti