Menu

Tipografia
Signor Venturini, la sua ditta è stata una delle prime nel nostro paese a trovare delle soluzioni tecniche che hanno permesso ai disabili di guidare autovetture, ci può raccontare come è nato questo vostro interesse.

Otello Venturini, fondatore della Guidosimplex, fu il primo a sviluppare una certa sensibilità nei riguardi di persone paraplegiche (o comunque prive dell’uso degli arti inferiori), maturando il desiderio di rendere loro accessibile il conseguimento della patente di guida.

Tale predisposizione ha trovato il suo riscontro pratico al sopraggiungere di un cliente paraplegico, al quale Otello Venturini fece promessa di fare del suo meglio affinche’ egli potesse acquistare, con la conseguente e reale possibilità di poterla condurre, una Fiat Belvedere.

“L’interesse – ci spiega - e’ nato nel 1959 dalla particolare miscela di attenzione alle problematiche sociali ed ad uno sviluppato interesse alla risoluzione di tematiche allora ancora poco trattate”

Grazie alle sue numerose e varie soluzioni tecniche, studiate e progettate, Otello Venturini riusci’ con caparbietà ad ottenere finalmente dal Ministero dei Trasporti, al quale venivano di volta in volta sottoposte, l’idoneità alla guida per le persone con handicap. Così, a distanza di due anni, non solo il dott. Ulivi riusci’ a realizzare la sua voglia, circolando in piena liberta’ con la sua bramata Belvedere; ma, indistintamente da lui, tutte le persone non in possesso dell’uso degli arti inferiori ebbero pari opportunità di condurre veicoli con l’autonomia in cui, prima di allora, non avevano più osato sperare, avvalendosi del rilascio della patente F.”

Può descriverci i vostri impegni futuri, e le nuove tecnologie, se ci sono? Per dare la possibilità di guidare anche alle persone con patologie gravi?

“I nostri impegni futuri vertono in un programma, il cui fine ultimo consta nell’ampliamento delle opportunità di guida alle persone disabili; esso essenzialmente consiste nell’approfondimento delle problematiche inerenti il rilascio della patente di guida a persone con problemi agli arti inferiori e superiori (Tetraplegia e Distrofia). Sebbene apparentemente aleatorio, il riscontro positivo ad oggi ottenuto dalle soluzioni tecniche da noi presentate ci permette di guardare con ottimismo alla vittoria di questa ennesima battaglia.

Il programma si compone di quattro punti fondamentali: conoscenza medica più specifica per coloro che collaborano in tale progetto; esame tecnico al quale ogni installatore dovra’ essere sottoposto, previa frequentazione di un corso tecnico specifico; accurata valutazione dell’affidabilita’, sicurezza e funzionalita’ delle varie soluzioni tecniche; industrializzazione dei sistemi e creazioni di manuali d’uso e servizio.

Nel corso di questi ultimi vent’anni il nostro impegno ci ha portati alla creazione di una struttura solida e preparata che vanta un prodotto affidabile e dotato di un ottimo rapporto qualità-prezzo.”

Quanto i problemi legati alla burocrazia frenano le vostre iniziative?

“I problemi nei quali ci imbattiamo sono quelli di sempre: carenza di aiuti economici ai quali si contrappone la progettazione con i suoi costi elevati (cui si aggiunge il peso di una completa assenza di parametri ai quali fare riferimento); scetticismo delle persone, che ignare del problema trattato, preferiscono trincerarsi nella noncuranza.

Può suggerire qualche indicazione ai disabili per ottenere senza inutili perdite di tempo la patente?

“Il suggerimento che posso dare e’ di recarsi in una qualsiasi autoscuola (oggi sono presenti in tutto il territorio nazionale) che saprà fornire tutte le informazioni del caso.

Invito tutti coloro i quali incontrino difficoltà o problemi di alcun tipo a segnalare tempestivamente la cosa alla nostra organizzazione, al fine di consentirci un immediato intervento. Un’altra soluzione e’ quella di contattare direttamente i vari delegati Anglat che di certo sapranno rendersi utili ed efficienti per qualsiasi richiesta. (Sito internet www.anglat.it).

Quale rapporto di collaborazione esiste con le altre ditte produttrici?

“Noi collaboriamo con tutte le compagnie che riteniamo a nostro giudizio valide, in stretta cooperazione con Sistema Guida 2000 Srl e Fadiel Italia che integrate alla nostra azienda occupano un’ampia e fondamentale fetta di mercato.

Ci racconta come è cambiato, se è cambiato, il vostro lavoro nell’arco degli anni?

Il nostro lavoro ha subito un profondo e radicale mutamento nel corso del tempo, trasformando la nostra gestione di carattere artigianale in una industria solida ed affermata, che vanta una estensione della propria presenza in ventisei paesi del mondo.

Uno dei nostri maggiori successi e’ dato dalla realizzazione di Kit di montaggio personalizzati in base ad ogni singolo caso (per tutti i tipi di handicap) e allo stanziamento di budget per la ricerca che ci permette di presentarci sul mercato con continui aaggiornamenti e innovazioni, al pari ed in armonia tecnica con le evoluzioni progettuali dei veicoli.

Ora ci stiamo preparando per affrontare al meglio, e con efffcienza, l’era dell’elettronica.


Per maggiori e piu’ dettagliate informazioni Guidosimplex Via del Podere San Giusto, 29 00166 ROMA tel. n. 06/6152801 Fax 06/61528036.

Sito internet www.guidosimplex.it