Menu

Tipografia

Nei giorni scorsi si è svolto nell'Auditorium della Barchessa della Villa Errera a Mirano il  convegno 'Barriere architettoniche: problematiche e prospettive nel comprensorio del miranese', ideato e organizzato dall'Associazione Italiana Assistenza Spastici sezione del Miranese con la collaborazione del Comune di Mirano.
Ha aperto il convegno, in qualità di moderatrice l'assessore alle Politiche Sociali del Comune di Mirano  Luisa Conti Clini, la quale ha evidenziato l'impegno crescente dell'amministrazione comunale di Mirano nel cercare di risolvere tale problematica con la collaborazione delle Associazioni locali.
Particolarmente gradita è stata poi la presenza dell'onorevole Cesare Campa che ha elogiato l'iniziativa e l'attivismo dell'A.I.A.S. del Miranese e la continua opera svolta di sensibilizzazione in materia di eliminazione delle barriere architettoniche nel miranese. 
E' intervenuto quindi il Presidente dell'Associazione Arcangelo Trevisan, che ha esposto in sintesi la storia dell'associazione: i progetti realizzati (Centro di Pronta accoglienza disabili di Salzano, sito internet per segnalare le barriere architettoniche nel miranese ) e quelli in progetto (nuova apertura di un Centro di Pronta Accoglienza Disabili in un altro Comune, redazione di un manuale per la difesa dei diritti dei disabili).
Il Presidente dell'A.V.I.D , Tomaello ha invece sintetizzato, oltre alle fasi della nascita della propria associazione il ruolo del volontariato nel miranese e le battaglie sostenute per i diritti di tutti i cittadini svantaggiati.
Tra i vari relatori che si sono succeduti, l'assessore alla Mobilità del Comune di Mirano, Artuso ha esposto una serie di interventi che il Comune ha realizzato per eliminare le barriere architettoniche nel territorio. E' intervenuto poi il Comandante dei Vigili Urbani di Mirano che ha esposto la filosofia del lavoro che quotidianamente i vigili debbono sostenere per far rispettare i diritti dei più deboli (posti auto disabili occupati da auto non autorizzate) e l'impegno con i giovani per divulgare le norme del Codice della Strada.
L'architetto Sandro Baldan, volontario dell'A.I.A.S. ha ricordato la principale normativa in materia di eliminazione delle barriere architettoniche, cogliendone gli aspetti innovativi e le parti più disattese: ha evidenziato la mancanza di fondi per permettere ai privati l'eliminazione delle barriere, ha citato inoltre la mancata attuazione nel Comune di Mirano delle norme che prevedono la possibilità di introitare soldi dalla pubblicità negli ascensori da utilizzare poi per eliminare le barriere arch., nonché il mancato aggiornamento del Piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche del Comune di Mirano che non prevede al suo interno tutto il quartiere A.Moro.
L'architetto Stefano Maurizio, esperto in materia , progettista, che ha evidenziato la necessità di una svolta culturale per eliminare le barriere architettoniche e mentali, e le lacune della progettazione architettonica fatta sempre tenendo quale riferimento un uomo ideale sano, ma poco reale dell'utenza svantaggiata.