Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

Si è tenuto in questo inizio di settembre il "Trofeo Alto Adriatico" Regata Internazionale Classe 2.4, organizzato dall'Associazione "Portodimare" in collaborazione con lo "Sporting Club" di Marina di Chioggia, provincia di Venezia. L'appuntamento ha fatto da epilogo all'edizione 2006 del Trofeo Alto Adriatico, le cui prime due prove si erano già disputate a Monfalcone (PN) e Jesolo(VE).

Il valore aggiunto di queste imbarcazioni, non ci stancheremo mai di ricordarlo, è quello di permettere di gareggiare ad armi pari tra "normodotati" e disabili agli arti inferiori...

Otto gli equipaggi partecipanti nella due giorni, caratterizzata dalle avversità meteorologiche. Infatti la regata del primo giorno - con bora di 26 nodi - non è stata considerata utile ai fini della classifica. Davvero difficile manovrare in quelle condizioni proibitive: non tutti sono scesi in acqua infatti.

Gli equipaggi, tutti molto agguerriti, si sono dovuti confrontare anche nel secondo giorno di gara con un vento particolarmente "robusto", e onde del tutto inusuali per questa località di mare. Il vento infatti era intorno ai 15/18 nodi.
Tale situazione climatica  ha messo in difficoltà tutti gli atleti, che hanno più volte imbarcato acqua all'interno dei natanti, e si sono dovuti districare in mezzo a onde e folate di vento. Tutte le prove hanno registrato da parte degli atleti assoluto rispetto delle regole e lealtà (un buon esempio per molti altri sport primo fra tutti il calcio).

Questa la classifica finale: 1) Nicola Redavid (Ita 63 - Lni Milano); 2) Marco Collinetti (Ita 1 - Comp. Della Vela);  3)Elena Polo (Ita 21 - Lni Milano); 4) Angelo Toniolo (Ita 68 - Pdm); 5) Stefano Maurizio (Ita 61 - Faro Piave Vecchio); 6) Lorenzo Minotto (Ita 67 - Faro Piave Vecchio); 7) Valter Nicoletti ( Ita 70 - Pdm); 8) Andrea Grigolo (Ita 66 - Pdm).


Nicoletti alle prese con la 2.4

Da sottolineare la sportività dei partecipanti e del pubblico, che ha tributato applausi al primo classificato come per l'ultimo arrivato. Che dire, proprio un bell'ambiente e una bella atmosfera…

Sono stati giustamente premiati per il loro impegno gli istruttori Piergiorgio e Rau, senza i quali molti dei partecipanti non avrebbero nemmeno potuto pensare di poter fare una esperienza così meravigliosa…
E' il caso di salutarsi alla marinaresca: buon vento a tutti!

[Valter Nicoletti]