Menu

Tipografia

Un percorso tattile che permetterà di raggiungere in autonomia la sede dell'UIC dalla stazione ferroviaria.
E' quanto si è andato a presentare a Vicenza, in contemporanea con l'inizio dei lavori, che verranno completati entro 40 giorni.
Soddisfatto il difensore civico Massimo Pecori, da cui è partita la sollecitazione al Comune di Vicenza, ma anche l'assessore alle politiche sociali Davide Piazza, ben contento di poter inaugurare i lavori di un percorso già previsto dal Peba del 2003, ma che non aveva ancora trovato i necessari finanziamenti.
Che ora sono stati raggranellati, puntando sulla sinergia: decisivi gli interventi della Regione Veneto, del Comune stesso, e il contributo del Lions Club Vicenza Host, che ha trovato in questa iniziativa un ottimo modo per festeggiare i 50 anni di presenza in città.

In rappresentanza di ipovedenti e non vedenti della provincia è intervenuta anche Francesca Biasiotto, presidente dell'Unione Italiana Ciechi di Vicenza, l'associazione che ha sollecitato e sostenuto l'intervento, all'insegna dell'autonomia e dell'indipendenza.
"L'intervento è il primo del suo genere a Vicenza - ha commentato la presidente - e permetterà ai circa mille ciechi e ipovedenti del territorio di raggiungere in autonomia la nostra sede, che per loro è quasi una seconda casa".

Molto coinvolto anche il difensore civico dott. Pecori: "Siamo abituati a pensare alle barriere architettoniche in riferimento alle persone con difficoltà di mobilità, in genere in carrozzina: l'intervento di cui festeggiamo l'inizio dei lavori ci permette invece di unire l'abbattimento delle barriere architettoniche con quelle sensoriali".

Risposte concrete che mettono in atto il progetto "Via le barriere sensoriali" dell'amministrazione comunale, e che l'UIC si augura passino pian piano dalla carta alla realizzazione, con l'attivazione entro breve anche degli altri percorsi cittadini previsti.

INFO:

La pagina della sezione vicentina dell'Unione Italiana Ciechi

La presentazione dell'Informahandicap di Vicenza

Vedi anche questi articoli, sull'accessibilità per ciechi e ipovedenti:
UNA MAPPA "TATTILE" E VENEZIA E' PER TUTTI

IN STAZIONE UN PERCORSO PER IPOVEDENTI E… DISTRATTI

ANCORA TROPPI OSTACOLI PER LA MOBILITA' DEI NON VEDENTI


[Alberto Friso]