Menu

Tipografia

SPECIALE BARRIERE ARCHITETTONICHE

barr_arch09

LE AGEVOLAZIONI FISCALI

Fino al 31 dicembre 2011 è possibile fruire della detrazione Irpef sulle spese di ristrutturazione edilizia.
Rientrano tra queste, oltre alle spese sostenute per l'eliminazione delle barriere architettoniche riguardanti ad esempio ascensori e montacarichi, anche quelle effettuate per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, siano adatti a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone disabili gravi, ai sensi dell'art. 3, comma 3, della legge n. 104 del 1992.
La detrazione per l'eliminazione delle barriere architettoniche non è fruibile contemporaneamente alla detrazione del 19% a titolo di spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento del disabile.
La detrazione del 19% su tali spese, pertanto, spetta solo sulla eventuale parte in più rispetto alla quota di spesa già assoggettata alla detrazione del 36%.

La detrazione è applicabile alle spese sostenute per realizzare interventi previsti unicamente sugli immobili, per favorire la mobilità interna ed esterna del disabile.
Non si applica, invece, alle spese sostenute per il semplice acquisto di strumenti o beni mobili, sia pure ugualmente diretti a favorire la comunicazione e la mobilità interna ed esterna del disabile: non rientrano, pertanto, in questa tipologia di agevolazione, ad esempio, l'acquisto di telefoni a viva voce, schermi a tocco, computer o tastiere espanse.
Tali beni, infatti, sono inquadrabili nella categoria dei sussidi tecnici e informatici per i quali è già previsto l'altro beneficio consistente nella detrazione del 19%.

La sostituzione di gradini con rampe, sia negli edifici che nelle singole unità immobiliari, può essere considerata intervento che determina il diritto alla detrazione se risulta conforme alle prescrizioni tecniche previste dalla legge sull'abbattimento delle barriere architettoniche (fermo restando, tuttavia, il diritto alla detrazione secondo le regole vigenti, qualora gli stessi interventi possano configurarsi quali interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria).

Tra gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche che danno diritto alla detrazione rientra anche la realizzazione di un elevatore esterno all'abitazione. Per le prestazioni di servizi relative all'appalto dei lavori in questione, è applicabile l'aliquota Iva agevolata del 4%, anziché quella ordinaria del 20%.

Torna al menù principale dello Speciale Barriere Architettoniche

Approfondimenti

Speciale adattamenti e allestimenti auto

Speciale adattamenti e allestimenti auto

ADATTAMENTI E ALLESTIMENTI AUTO L'adattamento (o l'allestimento) dell'auto è la modifica del veicolo per consentire la...

BARRIERE ARCHITETTONICHE E ACCESSIBILITA'

BARRIERE ARCHITETTONICHE E ACCESSIBILITA'

ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE Disabilità non fa rima con barriere. Ma se ancora stiamo parlando di barriere a...

REGOLE STRADALI SCOOTER PER DISABILI E CARROZZINE ELETTRICHE

REGOLE STRADALI SCOOTER PER DISABILI E CARROZZINE ELETT…

REGOLE STRADALI CARROZZINE ELETTRICHE E SCOOTER PER DISABILIQuando si utilizza una carrozzina elettrica o uno scooter pe...

GUIDA ALLA GUIDA

GUIDA ALLA GUIDA

 PATENTE SPECIALEUna Guida utile per chi vuole saper come ottenere la patente speciale, quali sono le agevolazioni ...