Menu

Tipografia

COME GESTIRE LA POST-POLIO
GUIDA AD UNA BUONA CONVIVENZA CON LA SINDROME POST-POLIO
A cura di Vera Zappalà

Disabili-com: logo SPP

La maggior parte delle persone pensa alla polio come ad una malattia epidemica.
Eppure, non lo era fino alla fine del 19° secolo, quando si registrò la prima epidemia a Stoccolma, Svezia.
Prima di allora la polio aveva fatto molte apparizioni isolate nel corso della storia.
Le prime descrizioni esaurienti della polio in letteratura medica furono pubblicate nel 1800 da due medici europei, e per un certo periodo la polio fu nota come la malattia di Heine-Medin.
In America vi furono segnalazioni sporadiche di poliomielite fin dal 1841, ma apparve in ogni stato e provincia di Stati Uniti e Canada entro il 1913.
La polio, anche se brevemente, venne alla ribalta nella coscienza nazionale americana solo nel 1916.
Sebbene gli scienziati avessero identificato il virus della polio nel 1908, si fecero le più strane congetture sulla causa di questa malattia.
Fu solo nel 1955 che venne dato l'annuncio che il vaccino di Salk era sicuro ed efficace.
Il vaccino di Salk, somministrato per iniezione, fa uso di particelle di virus ucciso o inattivato, ed è noto solitamente come IPV, che sta per "inactived polio vaccine".
Poiché il virus viene ucciso, il vaccino è estremamente sicuro e non può provocare nuovi casi di polio.
Sei anni dopo, nel 1961, il vaccino di Albert Sabin divenne disponibile dopo essere stato testato in Russia.
Il vaccino di Sabin si avvale di particelle di virus vivo, attenuato o "indebolito", e viene somministrato per via orale. Per questo motivo è spesso chiamato OPV o "oral polio vaccine".
Dato che il virus OPV attenuato può essere "trasmesso" da persona a persona, immunizzando in tal modo molti altri individui con una singola dose, il vaccino Sabin è considerato superiore al Salk. Tuttavia, ha il grande svantaggio di provocare poliomielite paralitica in un numero estremamente ridotto di soggetti vaccinati.

Ad oggi, per mezzo delle "Giornate Nazionali di vaccinazione", che sono lo strumento principale della campagna di lotta alla polio, molti paesi sono stati in grado di estirpare completamente la polio.

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->